20 settembre 2019

Esteri

Siria, kamikaze al ristorante: 16 morti

commenti |

E' di almeno 16 morti, tra cui almeno due militari Usa, il bilancio dell'attentato sferrato dal sedicente Stato Islamico (Is) a Manbij, nel nord della Siria, dove era in corso un pattugliamento delle forze Usa. Lo riferiscono gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani, spiegando che tra le vittime si contano anche nove civili e almeno cinque combattenti curdo siriani sostenuti dagli Stati Uniti.

 

In base alla ricostruzione, un attentatore suicida si è fatto saltare in aria all'interno del ristorante Kasr al-Umara in centro a Manbij dov'erano presenti una quindicina di soldati americani. Fonti non confermate parlano di almeno due militari americani uccisi nell'esplosione.

 

Il sedicente Stato Islamico (Is) ha rivendicato l'attentato sull'organo di propaganda dell'Is, 'Amaq': ''Un attacco suicida sferrato con una cintura esplosiva ha colpito una pattuglia della coalizione internazionale nella città di Manbij'', si legge.

 

Il presidente americano Donald Trump "è stato pienamente informato e continueremo a monitorare la situazione in Siria" ha detto Sarah Sanders, portavoce della Casa Bianca.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×