17 luglio 2019

Volley

SISLEY, FATAL VERONA

Gli orogranata perdono il derby con la Marmi Lanza

Volley

TREVISO - La squadra orogranata incassa un'altra pesante sconfitta, questa volta fuori casa nel derby veneto con la Marmi Lanza Verona. Una sconfitta pesante per i ragazzi di Piazza che quest’oggi davanti ai 2000 del Pala Olimpia scendono sul taraflex un po’ più composti del solito, ma alle prime difficoltà della partita sembrano tornare fuori i soliti problemi emersi nelle altre gare.

Prova, Piazza, a sostituire la regia, le bande ed anche i centrali, ma purtroppo è tutto vano. Poca continuità nel gioco di primo tempo, troppa poca efficienza di Fei e forse qualche errore nei servizi non forzati sono probabilmente i mali di questo match che consegna l’intero bottino a Verona che ora supera proprio i trevigiani in classifica.

Primo set - Piazza schiera in campo Jiri Kovar al posto di Maruotti confermando il resto dello starting six. La diagonale composta da Pujol-Fei, la coppia al centro composta da De Togni e Bontje e come detto Kovar ed Horstink nel ruolo di laterali con Farina libero. Parte male la Sisley Volley, concedendo qualche cosa di troppo nella fase di costruzione a Verona, ma grazie a qualche buon turno di servizio dei trevigiani, la Sisley è in vantaggio (6-8) al primo time out tecnico. Qualche errore di troppo soprattutto in attacco (5 errori totali nel set), nella prima fase di questo match permette ai trevigiani di allungare fino al +3 del secondo time (13-16) ottenuto grazie ad un fallo in battuta di Bolla subentrato per migliorare proprio la qualità di questo fondamentale su Meoni. Al rientro in campo è la Sisley a concedere qualcosa di troppo agli scaligeri che costringono Piazza a chiamare il primo tempo della partita sul (18-19). Nonostante il trend di tutto il set sia quello di cercare Jiri Kovar in battuta, è di Cala l’ace sulla linea a sinistra di Horstink che riporta in parità le due formazioni e costringe a consumare anche il secondo time di Piazza (20-20). Il rientro in campo è targato Treviso: Horstink mette a terra 3 attacchi, Bontje un muro e grazie all’ace di Fei, Treviso riesce a chiudere 21-25.

Secondo set – Stesse formazioni in campo per entrambe le squadre. Questa volta la Sisley prova a cominciare fin dall’inizio il trend positivo e infatti conduce al primo tempo tecnico. (5-8) Pajenk riesce però a murare due volte Treviso, prima Fei e poi Horstink riportando così in corsa la Marmi Lanza Verona che dal 11-12 continua punto a punto fino al time out tecnico (15-16). In questo momento però, Meoni prova a cambiare un po’ la distribuzione inserendo parecchi primi tempi. Un attacco out di Horstink, comunque protagonista fino ad ora in attacco (servite 16 palle a lui), costringe Piazza al time 18-17. Sono troppe le battute sbagliate (7 nel set) per Treviso e troppo pochi, forse, gli attacchi dei centrali in questo parziale; set a Verona (26-24).

Terzo set – De Togni in campo per Bontje, ma il copione è simile al primo set. Treviso parte in difficoltà, Verona aggressiva dalla linea di fondo campo. Due sono gli ace consecutivi di Pajenk su Kovar (8-3). Non cambia la sinfonia al secondo tempo tecnico, cambia il regista però Piazza sul 12-6 Verona. Lasko, Lotman e Pajenk i protagonisti della Marmi Lanza, solo Horstink dal lato trevigiano, nonostante nella fase iniziale del parziale il gioco al centro sia stato pià cercato dal regista francese. (16-9). Alessandro Fei fatica a trovare campo e continuità, il cambio palla trevigiano non trova continuità e Meoni continua ad incalzare i primi tempi nei momenti giusti (Brunner 100% in attacco nel set, 3/3). Termina il set a favore ancora della Marmi Lanza (25-18).

Quarto set – Il quarto parziale comincia all’insegna degli errori, soprattutto in battuta. Sbaglia Treviso e sbaglia Verona, procedendo a manina fino al time out (7-8). Non riesce a trovare campo neppure nella parte centrale del set Treviso dai nove metri. Dentro dall’inizio Boninfante per Pujol e dentro anche il capitano sul 16-16 ma il cambio palla della Sisley fatica ancora troppo. Tempo Piazza su 18-16. Treviso prova, con qualche reazione che dura giusto pochi istanti a restare in partita, ma niente può a questa Verona ormai in palla. 25-23.

 

MARMI LANZA VERONA – SISLEY VOLLEY 3-1
(21-25, 26-24, 25-18, 25-23)


SISLEY VOLLEY:
Szabò n.e., Fei 14, Horstink 21, Kovar 4, Papi 1, Farina (L), Boninfante 1, De Togni 3, Bontje 5, Pujol 1, Maruotti 1, Vanin (L), Bjelica 7. All: Piazza

MARMI LANZA VERONA: Latelli (L), Pajenk 9, Kosmina n.e., Brunner 10, Meoni 1, Lasko 17, Lotman 10, Zingel n.e., Cala 21, Bolla 0, Herpe 2.  All: Bagnoli B.

VERONA: b.s. 22, err. rice 3, err. attacco 14, muri 7, ace 5.
TREVISO: b.s. 20, err. rice 5,  err. attacco 14, muri 5, ace 3.

Tempi: 25, 27, 24, 26.  Tot: 1.42
Arbitri: La Micella, Sampaolo
Spettatori: 1.948

sisleyvolley.it

 

Altri Eventi nella categoria Volley

Sara Anzanello
Sara Anzanello

Volley

Cerimonia questa mattina a Roma alla presenza dei genitori della compianta azzurra del volley

Sara Anzanello da oggi è nella Walk of fame

ROMA - È andata in scena al foro Italico a Roma questa mattina la cerimonia ufficiale di inserimento di Sara Anzanello nella Walk of Fame.

Volley

La pallavolista di Ponte di Piave, deceduta l'anno scorso, entra ufficialmente nella storia di questo sport

Sara Anzanello nella Walk of Fame

PONTE DI PIAVE - Domani, martedì 16 luglio alle ore 10.30, presso il Complesso del Foro Italico si terrà la cerimonia ufficiale per l’inserimento di Sara Anzanello nella Walk of Fame del CONI.

Angelo Gerlin
Angelo Gerlin

Volley

Ecco nomi, foto e incarichi del nuovo consiglio direttivo 2019/2022

Angelo Gerlin nuovo presidente della Volley Piave

FARRA DI SOLIGO - Cambio al vertice della società pallavolistica Volley Piave: per il triennio 2019/2022, il nuovo consiglio direttivo ha eletto con largo suffragio alla carica di presidente il pievigino Angelo “Ino” Gerlin.

Commenta questo articolo


Grandi eventi

Lewis Hamilton (Afp)

Altri sport

Trionfa Hamilton

Il pilota Mercedes vince il Gran Premio di Gran Bretagna per la sesta volta. Secondo posto per il compagno di scuderia Bottas, il ferrarista Leclerc ottimo terzo

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×