08 dicembre 2019

Castelfranco

Spariscono passaporto e permesso di soggiorno, poi gli chiedono soldi per riaverli

Arrestati due cinesi che avevano tentato l’estorsione ai danni di un connazionale

commenti |

commenti |

carabinieri

CASTELFRANCO Tentativo di estorsione ai danni di un cinese di 50 anni, arrestati due connazionali di 33 e 36 anni. L’operazione che ha portato al fermo dei due è stata svolta dai carabinieri di Castelfranco, i quali sono entrati in azione dopo che il 50enne li ha avvertiti di quello che stava subendo. Nei giorni precedenti gli erano stati rubati il passaporto ed il permesso di soggiorno.

 

Successivamente aveva ricevuto una telefonata anonima: gli veniva richiesta la somma di 600 euro per la restituzione dei documenti. L’uomo ha fissato un appuntamento alla stazione di Castelfranco, ma ha anche avvertito i carabinieri della cosa.

 

I militari si sono appostati, erano pronti ad osservare il momento dello scambio. I due estorsori hanno telefonato al 50enne, chiedendogli di salire su treno per Padova e di scendere alla stazione di Camposampiero. Qui è avvenuto lo scambio e sono immediatamente intervenuti i carabinieri, arrestando i due.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×