22 ottobre 2019

Vittorio Veneto

Spazzamento delle strade a Savno, impegno a mantenere "pubblici" i lavoratori

Il verbale interlocutorio stilato in Prefettura

commenti |

commenti |

VITTORIO VENETO - Si è chiuso con un verbale interlocutorio il vertice di ieri in Prefettura a Treviso, dove si sono incontrate i sindacati di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL e l’assessore Giuseppe Costa in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Vittorio Veneto.

 

Sul piatto l’esternalizzazione del servizio di spazzamento strade e il passaggio dei sette dipendenti comunali a Savno. Al termine dell’incontro, è stato stilato un verbale interlocutorio dove il comune di Vittorio Veneto si impegna a provare a trovare una soluzione che possa consentire di mantenere la natura pubblica e garantire i lavoratori coinvolti.

 

“Aprendo di fatto la discussione nel merito e portando i lavoratori coinvolti da 7 a 5 ieri c’è stato un passo in avanti – hanno affermato Alberto Lopin della FP Cgil, Silvia Carraretto della Cisl FP, Roberto Meneghello della Uil FPL –. Abbiamo firmato un verbale interlocutorio al fine fare qualsiasi sforzo per salvaguardare i dipendenti coinvolti e mantenendone la natura pubblica.

 

Una direzione più che auspicabile anche considerto che l’esternalizzazione del servizio, avvenuta di fatto nel 2002, contemplava il passaggio dei dipendenti solo su base volontaria”. “Restiamo vigili – concludono i sindacati – e valuteremo la sospensione o la continuazione dello stato di agitazione dei lavoratori”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×