20/05/2019pioggia debole

21/05/2019nuvoloso

22/05/2019parz nuvoloso

20 maggio 2019

Volley

LA SPES VINCE ANCHE A SANTO STEFANO

Alla Zoppas Arena vittima di turno è il Novara

Volley

CONEGLIANO - La Spes Conegliano dimentica il tabù Asystel e si regala una vittoria, la terza consecutiva in casa.

Tre punti che issano le venete a 11 e le fanno rimanere nelle zone alte della classifica. Sugli schermi di Rai Sport 1 si è vista ancora una Zoppas Arena gremita e festante.

Le squadre entrano in campo accompagnate dalle bambine del minivolley di due società trevigiane, la Volley Piave e il Volley Cappella Maggiore.

Precedono lo starting six la consegna da parte del presidente di Lega Mauro Fabris del pallone d'oro a Rossetto per la miglior ricezione della scorsa stagione e l'omaggio del Prosecco Contarini alla squadra ospite.

La partita stenta a raggiungere un alto livello di gioco, Novara fa la partita all'inizio di ogni set, poi la Spes ribalta e vince i primi due.

Nel terzo le piemontesi corrono sul velluto, mentre dalla parte veneta si nota il rientro di Fiorin a un mese dall'infortunio.

Quarto senza patemi e tre punti importanti per la Spes, che sale a quota 11. La prossima giornata di campionato vedrà le coneglianesi impegnate a castellana Grotte, nell'anticipo fissato per sabato 8 gennaio alle 20.30.

Carmen Turlea in conferenza stampa ha brevemente commentato l'importante vittoria contro Novara: “Non era una partita facile. Venivamo da una sconfitta molto pesante e sono felicissima di questa vittoria importante davanti al nostro pubblico. Magari non ho giocato con continuità durante tutta la partita, ma nei momenti importanti c'ero e questa è la cosa più importante”.

Ovviamente felice per la vittoria anche Dragan Nesic che preferisce non guardare all'alta classifica: “Questa squadra deve ancora nascondersi e spero che lo faremo per l'intera stagione. Conosciamo i nostri limiti e più giochiamo più li scopriremo. Questa, a parte l'agonismo, non è stata una bellissima partita.

Ci sono stati troppi errori. Nessuna di queste due squadre ha un cambio palla automatico e questo non è positivo. Finché non sarà un automatismo anche nei frangenti complicati non potremo considerarci in grado di ottenere grandi risultati”.

La cronaca. L'inizio gara sorride a Novara che entra in partita più concentrata e con un break di tre punti arriva sul 7-4. Gli errori del team di casa continuano e sul 12-7 per le avversarie Dragan Nesic si trova obbligato a chiamare timeout. La scossa porta i propri frutti e la Spes fa un break di 8-1, soprattutto grazie ad alcune bellissime azioni di Carmen Turlea per il vantaggio di 15-13.

Novara pareggia subito, ma la Spes non molla e con due punti della Rabadzhieva va sul 21-16. E' poi Frauke Dirickx che con un ace porta cinque palle set alla Spes, mentre una Turlea in stato di grazia (8 punti nel set) chiude sul 25-20.

Nel secondo set l'inizia è nuovamente favorevole all'Asystel che si porta avanti 6-3. E' un attacco di Frauke Dirickx che porta il pareggio alle “pantere” (11-11) che poco dopo vanno sul 14-12. Novara trova la reazione con un break di tre punti, ma la Spes c'è e un muro di Dragana Marinkovic manda le squadre al secondo timeout tecnico sul 16-15 per Conegliano.

Le gialloblu scappano poi sul +4. Novara rimane in gara, ma le ragazze di Nesic impediscono il pareggio avversario e chiudono sul 25-22 con un errorein attacco di Barcellini.

La tradizione dell'inizio di set negativo non cambia neanche nella terza frazione, che inizia con un perentorio 6-0 per l'Asystel. Da lì in poi è un monologo piemontese che si chiude sul 25-12.

Nel quarto set la tendenza di inizio frazione si inverte e la Spes va avanti di tre punti, 5-2. Novara arriva subito sul -1, ma le “pantere” ci sono e allungano fino all'11-6.

Novara dopo un timeout chiamato da Giovanni Caprara riesce ad accorciare, 11-9, ma la Spes non vuole perdere neanche un punto davanti al proprio pubblico e se ne va sul 17-11. L'Asystel prova a resistere, ma ben presto un erroraccio in attacco di Barcellini regala alla squadra veneta cinque palle match. A chiudere la sfida ci pensa Turlea con il punto del 25-20.

 

SPES CONEGLIANO - ASYSTEL NOVARA 3-1

(25-20, 25-22, 12-25, 25-20)


CONEGLIANO: Rabadzhieva 11, Marinkovic 5, Turlea 24, Serafin 8, Crozzolin 2, Dirickx 7, Tonon L, Rossetto L, Benazzi, Sangiuliano, Fiorin. N.e.: Martinuzzo. All. Nesic.


NOVARA: Barun 16, Horvath 13, Folie 11, Bechis 1, Barcellini 15, Paolini 4, Sansonna L, Zardo L, Lombardo, Nesovic, Camera. All. Caprara.

ARBITRI: Pozzato Andrea, Zucca Daniele.


NOTE: durata set 26', 25', 24', 28' totale 1h e 43'. Spettatori 3.483. Incasso: 9.600 euro. Conegliano: attacco 47/136 (35%), ricezione 63% (perfetta 47%), muri 8, ace 3, battute sbagliate 8; errori 26; Novara: attacco 49/144 (34%), ricezione 56% (perfetta 33%), muri 10, ace 2, battute sbagliate 11, errori 29. Punti totali 87-87.

 

N.
Squadra
Punti
Vinte
Perse
1
Yamamay Busto Arsizio
12
4
1
2
MC-Carnaghi Villa Cortese
12
4
1
3
Spes Conegliano
11
4
1
4
Scavolini Pesaro
11
3
2
5
Florens Castellana Grotte
8
3
2
6
Norda Foppapedretti Bergamo
6
2
2
7
LIU-JO Volley Modena
6
2
3
8
Despar Perugia
6
2
3
9
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza
5
2
2
10
Chateau d'Ax Urbino Volley
5
2
3
11
Asystel Volley Novara
5
1
4
12
Riso Scotti Pavia
0
0
5

 

 

spesvolley.it

 

Altri Eventi nella categoria Volley

Volley

A Berlino, nella Superfinal di Champions League, le Pantere perdono 1-3 nel derby tutto italiano contro Novara

Imoco, sfuma il sogno europeo

BERLINO - Continua la maledizione Champions, le Pantere poco fa a Berlino hanno perduto la finale contro Novara. 

Volley

Sabato alle 16 a Berlino finale di Champions contro Novara che vuole la rivincita dopo il ko nella finale scudetto vinta da Conegliano

Pantere, ci siamo. Domani in palio c'è l'Europa

BERLINO (GERMANIA) - Dopo un lungo viaggio Conegliano-Berlino ieri che ha costretto l’Imoco Volley (causa ritardi dei voli aerei) a saltare il primo allenamento alla Max Schmeling Halle, oggi le Pantere hanno “assaggiato” il campo di gara che domani alle ore 16.00 sarà teatro della “SuperFinal” per...

Volley

Inizia il conto alla rovescia per l’evento al femminile organizzato da Trevisatletica e Corritreviso in partnership con la LILT

Domenica scatta la Treviso in Rosa

TREVISO - Quattro generazioni accomunate dalla voglia di esserci. Treviso in rosa è anche l’entusiasmo di Giuseppina (classe 1943), Stefania (1962), Chiara (1994) e Benedetta (2018). Rispettivamente bisnonna, nonna, mamma e figlia.

Commenta questo articolo


L'ho vista su Rai Sport.
Devo fare i complimenti a tutte le giocatrici della SPES Conegliano per la splendida partita.

Brave.

segnala commento inopportuno

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×