18/08/2018sereno con veli

19/08/2018sereno con veli

20/08/2018sereno

18 agosto 2018

Montebelluna

Stazione di Montebelluna, vertice sicurezza in Prefettura: più controlli

Previsto il posizionamento di nuove telecamere

Matteo Ceron | commenti |

Stazione di Montebelluna

MONTEBELLUNA – Sicurezza in stazione a Montebelluna: la Prefettura ordina di potenziare i controlli. Mercoledì mattina il caso di Montebelluna è stato al centro di una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi in Prefettura. Oltre a rappresenti di Rfi, era presente anche il sindaco Marzio Favero.

 

“Nella direzione di garantire maggior controllo in queste aree ed una loro complessiva riqualificazione, sono stati disposti maggiori controlli e individuate varie linee di ulteriore intervento che saranno messe a punto già nei prossimi giorni in un nuovo vertice con Rfi”, viene comunicato in una nota diffusa dalla Prefettura di Treviso.

 

Dopo aver esaminato la situazione della stazione di Montebelluna, si sono tracciate le linee da seguire per migliorare la situazione. Le principali misure riguarderanno il posizionamento di altre telecamere, la pulitura degli spazi imbrattati e la chiusura del sottopassaggio nelle ore notturne.

“Si segnala che i carabinieri hanno proceduto, già da tempo, ad una intensificazione del controllo e Rfi ha già ha disposto la chiusura della stazione nelle ore notturne – continua il comunicato della Prefettura -. Ulteriori iniziative saranno a breve programmate per incrementare da un lato i livelli di controllo con il posizionamento di ulteriori telecamere, e dall’altro il decoro e la fruibilità del luogo attraverso la ripulitura degli spazi imbrattati, non escludendosi la chiusura del sottopassaggio nelle ore notturne e di altri varchi di accesso. Anche il Comune assicurerà, attraverso un maggiore controllo sia a mezzo videosorveglianza sia della polizia locale, che sia tutelato il decoro della stazione e dei luoghi adiacenti, al fine di consentirne una fruizione corretta da parte di tutti i cittadini. Un’azione congiunta e più coordinata per assicurare la migliore e più serena fruizione dell’area sarà garantita attraverso l’intervento, per quanto di competenza di ciascuno, di tutti gli attori istituzionali in campo e sarà supportata da un più stretto interscambio informativo”.

 

La decisione di nuove misure per migliorare la sicurezza in stazione arriva ad alcuni giorni di distanza dall’aggressione di un ragazzo di 22 anni.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×