23/11/2017coperto

24/11/2017foschia

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Esteri

La strategia del pazzo, Trump spiazza Kim

commenti |

Minaccia la guerra, promette "fuoco e furia" al regime di Pyongyang. Poi cerca la via del negoziato, come ha fatto qualche giorno fa da Seul. Salvo cambiare ancora idea quando lancia il guanto di sfida a Kim Jong-un, avvertendolo: "Non metterci alla prova". Quella di Donald Trump sembra l'ennesima tattica per cercare di sviare le prossime mosse di Kim Jong-un. Ma è un piano inevitabile o solo l'ennesima trovata di 'The Donald'?

In realtà, secondo la stampa internazionale, Trump starebbe solo adottando quella che negli anni '70 venne ribattezzata come 'The Madman theory', 'la teoria del pazzo', un'espressione coniata da Richard Nixon, che ne fece uno dei principi fondamentali della propria politica estera americana, durante gli anni della guerra in Vietnam. Nixon avrebbe spiegato la propria gestione della guerra del Vietnam con la necessità di far credere che fosse ossessionato dal comunismo, e che per questo avrebbe potuto attaccare dovunque e con qualunque forza, anche andando contro gli interessi del proprio Paese. Nixon spaventava i propri nemici convincendoli che avrebbe potuto attaccarli con reazioni sproporzionate, cioè da pazzi.

"Bob, io la chiamo la teoria del pazzo - confidò Nixon al capo del suo staff Hadelman - e voglio che credano che sia arrivato al punto di poter fare qualsiasi cosa pur di fermare la guerra". Quello che dovevano fare i suoi collaboratori, in sostanza, era comunicare al nemico che "Nixon è ossessionato dal comunismo. Quando è arrabbiato non riusciamo a trattenerlo. Ha la mano sul bottone nucleare".

Con Trump però è diverso. Mentre alcuni analisti ritengono che il presidente usi la stessa strategia di Nixon per trattare con gli Stati canaglia, la teoria del 'diventeremo pazzi se ci farete arrabbiare', con Stranamore Kim non sembra funzionare. "La Corea del Nord considera gli atti sconsiderati di Trump, di cui la comunità internazionale ha paura, come gli ultimi sforzi di un cane rabbioso" scrive il quotidiano del regime 'Rodong Sinmun' in un editoriale intitolato 'La strategia del pazzo di un gangster che dovrebbe essere sepolto nella tomba della storia', definendo gli Stati Uniti "l'impero del male".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×