22 agosto 2019

Economia e Finanza

Stretta sul reddito di cittadinanza

commenti |

Arriva la stretta sul reddito di cittadinanza. La nuova bozza della misura bandiera del Movimento Cinque Stelle, che approderà in Consiglio dei ministri giovedì prossimo, conterrebbe misure 'anti-divano' per disincentivare l'assistenzialismo. Fonti dell'esecutivo hanno spiegato all'Adnkronos che "nessuno prenderà il reddito a vita", grazie a una serie di provvedimenti ad hoc.

 

Si parte dall'offerta di lavoro. La prima, viene specificato, arriverà infatti in un raggio di 100 Km e nel caso in cui dovesse essere rifiutata, la seconda offerta prevederà un raggio di 250 km. In caso di un nuovo rifiuto, la terza offerta può arrivare da ogni angolo d'Italia.

 

Esclusa l'ipotesi circolata nelle ultime ore di revocare il reddito già dopo il rifiuto della prima offerta: "Lo spirito di queste misure è fare in modo che le persone accettino già il primo lavoro" spiegano le fonti.Il governo mira a far sì che "le offerte di lavoro arrivino in tempi brevi" in modo da stanare eventuali furbetti che lavorano in nero. La bozza prevede inoltre incentivi per chi accetta di spostarsi "che possono arrivare anche fino a 12 mensilità di reddito", mentre i componenti di famiglie con disabili saranno invece esentati dagli spostamenti.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×