20/01/2018variabile

21/01/2018sereno

22/01/2018quasi sereno

20 gennaio 2018

Cronaca

Stupro Firenze, spunta video girato in discoteca

commenti |

Esiste solo un frame di pochi secondi, fatto con il telefonino di una delle due ragazze americane, che riprende parte della camicia e dei pantaloni dell'uniforme di uno dei carabinieri indagati ma precedente alla presunta aggressione sessuale. La precisazione è del procuratore capo di Firenze, Giuseppe Creazzo, che ha smentito l'esistenza di un video girato da una delle studentesse americane durante la presunta violenza sessuale in un palazzo del centro storico, con un audio in cui si sentirebbe proferire la parola 'bastard'.

 

Il brevissimo filmato, ha precisato il procuratore Creazzo, sarebbe stato girato, forse per errore, da una delle due studentesse americane mentre si trovavano ancora nella zona della discoteca vicino a piazzale Michelangelo. Questa circostanza si desumerebbe dal frastuono, probabilmente della musica diffusa da casse acustiche, dell'audio.

 

Quello che è stato trovato è "un fotogramma, un secondo di video" girato con un telefonino da una delle ragazze americane. Forse è stato girato per sbaglio in discoteca e la persona che si vede non è identificabile, hanno precisato gli investigatori. Si vede, infatti, l'immagine di un uomo in divisa senza testa, ripresa fino al ginocchio. La persona del video è "assolutamente impossibile da identificare".

 

"E' assolutamente falso che esista un video girato durante la commissione del reato e durante il quale una delle ragazze pronuncia la parola 'bastardo'", ha affermato il procuratore Creazzo. La Procura ha smentito anche l'acquisizione di fotografie scattate nell'androne del palazzo di Borgo Santi Apostoli in cui sarebbe avvenuta la violenza sessuale.

 

Il secondo carabiniere non è stato ancora sentito dagli investigatori, ha precisato Creazzo, evidenziando che se non si presenterà spontaneamente in Procura - come ha fatto sabato scorso il capopattuglia, un appuntato scelto quarantenne, accompagnato dal suo avvocato - potrebbe essere convocato nei prossimi giorni per essere interrogato. Intanto, in Procura si attendono i risultati degli esami scientifici sulle tracce biologiche individuate nel palazzo di Borgo Santi Apostoli dove si trova l'appartamento affittato dalle due studentesse statunitensi e dove sarebbe avvenuta la violenza sessuale.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×