Successo per la cena organizzata in Vaticano dal Consorzio del Radicchio

Ieri sera i membri del Consorzio dei Ristoranti del Radicchio hanno stupito tutti i 700 invitati con prelibatezze venete e friulane

ROMA - Ieri, venerdì 7 dicembre, grande successo alla maxi cena in Vaticano preparata dal Consorzio dei ristoranti del radicchio per i 700 invitati.

Tra gli autorevoli ospiti anche il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, accompagnato dall’assessore al turismo, Federico Caner, che è intervenuto alle cerimonie in Piazza San Pietro in occasione dell’inaugurazione del presepe realizzato con la sabbia della spiaggia del Comune di Jesolo e dell’accensione dell’albero di Natale, donato dal Comune di Pordenone.

Vediamo allora i succulenti menù tipici proposti dal Veneto e dal Friuli Venezia Giulia che sono stato serviti ieri sera. Partiamo da quello veneto: risotto con radicchio rosso di Treviso Igp e casatella trevigiana Dop, verdurine jesolane, radicchio variegato di Castelfranco Veneto Igp e radicchio rosso tardivo dorati, polenta di mais bianco perla con Morlacco del Grappa e radicchio rosso di Treviso Igp scottadito, infine lo scenografico tiramisù dedicato al Papa.

Il Friuli Venezia Giulia ha elaborato dei taglieri con formaggi tipici, amaretti e lecca lecca di Frico, crostini con trota affumicata del Livenza, prosciutto San Daniele Dop al taglio e prosciutto cotto alla brace. Ed ecco la carta dei vini abbinata a queste prelibatezze: Castello di Spessa, Consorzio tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco, Fondazione Villa Russiz, Pighin e Zorzettin. Immancabile infine il brindisi col prosecco DOCG.

CONSORZIO RISTORANTI DEL RADICCHIO

Nasce negli anni Settanta come Gruppo di Ristoratori avente per obiettivo principale quello di promuovere i prodotti del territorio trevigiano, il radicchio su tutti.

Da Alfredo el toulà, alle Grazie, Dino Marchi, Righetto, L'incontro, Alla Corte, Le Beccherie, Tamburello, da Marian, Monreal, sono i nomi di chi per un po' ha percorso un tratto di strada insieme e nel Gruppo condividendone lavoro e successi, poi la svolta: una ventina di anni fa nasce il Consorzio Ristoranti del Radicchio che attualmente è composto dai ristoranti Fior, Pasina, Agostini, Albertini, da Gerry, San Lorenzo, San Martino, Antico Podere dei Conti, al Migò, Dolcefreddo Moralberti.

Il Consorzio ha attivato da una decina d'anni una collaborazione con la casatella che ha acquisito la denominazione DOP il 2 giugno 2008.

La collaborazione con la Latteria Soligo, che si è instaurata e che è nel tempo maturata, intende dare visibilità alla casatella evidenziandone ed esaltandone le caratteristiche gastronomiche ed alimentari, la duttilità come materia prima per piatti gourmet.

 

 

Commenta questo articolo


Agenda

In collaborazione con:

Con il supporto di:

Scrivi a Treviso a Tavola:

Scrivi alla Redazione Segnala un Evento

Grazie per averci inviato la tua notizia

×