14 novembre 2019

Treviso

TAV: DECISO IL TRACCIATO

Ieri il vertice tra i governatori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia

| commenti | (3) |

| commenti | (3) |

TRIESTE/TREVISO - Friuli Venezia Giulia e Veneto hanno ufficializzato la loro posizione sulla Tav tra Venezia e Trieste: da Mestre a Portogruaro il tracciato seguirà la variante sud, da Portogruaro a Ronchi dei Legionari correrà parallelo all'autostrada A4.

La posizione è stata comunicata ieri a Trieste dai due presidenti, Renzo Tondo e Luca Zaia, al coordinatore del Progetto prioritario numero 6, Laurens Jan Brinkhorst.

Ora le due Regioni hanno tempo fino alla fine del 2010 per consegnare i progetti preliminari, su cui è già al lavoro Italferr, alla Commissione europea. Tale scadenza andrà rispettata per evitare la perdita dei fondi comunitari.

"Non capisco a quali 'prove muscolari inutili' si riferisca il Governatore del Veneto quando parla del confronto sul tracciato della Tav". L'interrogativo é di Simonetta Rubinato, deputato del Pd, in merito alle dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, da Trieste.

"Questa è una vicenda - ha spiegato - che è stata gestita interamente dalla Giunta regionale del federalista Zaia con la stessa mentalità centralista del suo predecessore Galan. In realtà in Regione nulla è cambiato: le infrastrutture vengono decise a palazzo Balbi e poi calate sulle comunità locali".

"Se oggi - prosegue la parlamentare del Pd - la Regione si presenta all'appuntamento con la Ue con un vergognoso ritardo non è certo imputabile ai sindaci, esclusi da qualsiasi possibilità di esprimere il loro parere".

Il segretario veneto del Pd, Rosanna Filippin, commenta negativamente l'intesa annunciata ieri dai Presidenti Luca Zaia e Renzo Tondo sul tracciato della Tav. "Tondo e Zaia - rileva Filippin - hanno trovato un'intesa in extremis. Ma la soluzione che viene prospettata penalizza seriamente le comunità locali. E questo è un errore proprio considerando la necessità strategica di quest'opera, che ora rischia di arenarsi nelle sabbie mobili delle contestazioni prima che si apra anche un solo cantiere".

 

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×