13/12/2018coperto

14/12/2018nuvoloso

15/12/2018sereno

13 dicembre 2018

Treviso

Telefono e cinture, stangati in sessanta

Alcoltest e controlli antidroga su chi rientra da Jesolo

commenti |

TREVISO – Alcol, droga, telefonino alla guida e mancato uso delle cinture. Al riscontro di questo tipo di infrazioni si è dedicata la polizia stradale di Treviso nell’ultimo fine settimana. Domenica sera in particolare, l’attenzione si è concentrata sulla Trevisomare, con un articolato dispositivo a cui hanno partecipato equipaggi della sezione di Treviso e del distaccamento di Castelfranco e Vittorio Veneto, insieme a personale dell’ufficio sanitario della questura: complessivamente si sono controllati circa 150 veicoli di rientro da Jesolo.

Solo un uomo di 40 anni è risultato positivo all’uso di alcool con un valore di 0.70 g/l: sono scattati una sanzione amministrativa da 531 a 2.125 euro, la sospensione della patente da 3 a 6 mesi e la decurtazione di 10 punti.

Altri dieci automobilisti sono stati sottoposti a controlli sull’uso di droga con un precursore con tampone salivario: rilevate tre alterazioni da utilizzo di anfetamine i cui risultati (solo provvisori in quanto trattasi di precursore) hanno richiesto il prelievo di ulteriori campioni di saliva per l’invio presso il laboratorio del Ministero dell’Interno per l’esame biologico di conferma.

 

Il servizio si inserisce nell’ambito di controlli negli altri weekend del mese di luglio. Sono state controllate complessivamente oltre 250 persone di rientro da Jesolo: una sola è risultata positiva all’alcoltest. Anche altri otto conducenti erano stati sottoposti a controlli droga con il precursore salivario da parte del personale sanitario: sono state riscontrate due positività sempre alle anfetamine che, tuttavia, non sono poi state confermate dai necessari esami di laboratorio.

 

Tutto sommato un risultato positivo. Non si può dire altrettanto riguardo l’uso del cellulare alla guida (tra le principali cause di incidenti) ed il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza. In pochi giorni di controlli specifici, anche con l’uso di moto e auto “civetta”, sono state contestate ben 30 violazioni per l’uso del telefono alla guida ed altre 30 per il mancato uso delle cinture di sicurezza.

Il codice della strada punisce l’uso del telefonino alla guida con una sanzione amministrativa da 161 a 646 euro e la decurtazione di 5 punti sulla patente, mentre non allacciando la cintura si può incorrere in una multa da 81 a 326 euro, sempre con la decurtazione di 5 punti sulla patente.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×