22 agosto 2019

Treviso

Tempo di righea

Torna dall’8 al 15 aprile il gioco tradizionale con le uova sode. Per collegare tutti i 14 campi da gioco dalle 14 alle 20 due Righea-Bus gratuiti

admin | commenti |

immagine dell'autore

Si avvicina il periodo Pasquale e come da tradizione si prepara la righea. Tra Vittorio Veneto e Conegliano l’area freme per allestire i campi da gioco incastonati tra borghi antichi, campagne e colline. Il gioco tradizionale di Pasqua è simile alle bocce e al biliardo da giocare in un campo costruito con zolle di terra e sassi in cui far rotolare uova sode decorate a mano. Grazie al lavoro degli instancabili volontari dell’Associazione Insieme per Ceneda, è stata riscoperta la tradizione tipica vittoriese, tanto da farla rientrare nel circuito delle manifestazioni Marca Storica. E proprio all’insegna della valorizzazione e della riscoperta della tradizione quest’anno presso la scuola Elementare Crispi di Vittorio Veneto il maestro di righea Arrigo Bortoluzzi, in collaborazione con insegnanti, genitori e l’Associazione Insieme Per Ceneda, ha illustrato con filmati e racconti il gioco. A conclusione del laboratorio i ragazzi si sono cimentati nella costruzione di una righea negli spazi della scuola. In ogni campo della righea ci saranno esperti pronti a spiegare il gioco ai nuovi arrivati, ma anche un buffet ricco di prodotti tipici, salame, soppressa buon vino e naturalmente una riserva di uova sode! Per muoversi tra i campi funzioneranno anche i due Righea-Bus gratuiti, che collegheranno tutte le stazioni di gioco. Il clou della manifestazione sarà nel giorno di Pasquetta, il 9 aprile. Infine il 13 maggio nella “Giornata delle tradizioni”, nel corso della mostra dell’artigianato artistico locale a Ceneda, si terrà la premiazione degli organizzatori delle righee con l’uovo d’argento 2007.

Ecco dove trovare la righea

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×