22 agosto 2019

Oderzo Motta

Tentò di accoltellare la moglie con una taglierino, confermati i 7 anni di carcere

L’uomo aveva aggredito la ex moglie con un taglierino al termine di una drammatica discussione

commenti |

PONTE DI PIAVE - Sette anni di carcere: questa la pena inflitta al 58enne operaio albanese M.Z. che nel maggio 2016 tentò di accoltellare la moglie.

In primo grado era stato condannato a 8 anni e 8 mesi: all’epoca l’episodio destò grande scalpore in paese.

La Cassazione ha respinto il ricorso presentato dal difensore Stefano Pietrobon e ha confermato la sentenza di secondo grado.

L’uomo aveva aggredito la ex moglie con un taglierino al termine di una drammatica discussione sul possesso dell’abitazione. L’uomo infatti, non avendo posti dove andare, viveva in garage.

La donna era stata colpita più volte ed era riuscita a scappare. Dopo la condanna nel primo grado di giudizio, Venezia aveva parzialmente diminuito la pena. Ieri la conferma della Cassazione.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×