14/11/2018quasi sereno

15/11/2018quasi sereno

16/11/2018quasi sereno

14 novembre 2018

Mogliano

Tentano la truffa in un negozio: scoperti, restituiscono i 200 euro e scappano

L'episodio è accaduto lunedì sera all'ortofrutta di via Zermanesa a Mogliano. I truffatori si erano spacciati per turisti

commenti |

il negozio di via Zermanesa

MOGLIANO - Chiude la porta del suo negozio e intima ai truffatori: «Il gioco è finito, ora ridatemi i miei soldi». L’episodio è accaduto all’ortofrutta Faro di via Zermanesa.

Un uomo e una donna erano entrati in negozio ed erano riusciti a rubare 200 euro dal registratore di cassa. Ma i titolari se ne sono accorti e li hanno chiusi dentro a chiave: «Ridateci i soldi o chiamiamo i Carabinieri».

All’esterno intanto c’era anche il vicino macellaio per dar man forte ai due fratelli, che gestiscono l’ortofrutta da una decina d’anni.

Ma uno dei due truffatori, l’uomo, a suon di spallate, è riuscito a sfondare la porta e a uscire.

La donna invece è rimasta dov’era. Prima i due hanno restituito i 200 euro, poi se la sono svignata verso la loro auto dove all'interno c’erano le due figliolette ad attenderli.

L’episodio è accaduto lunedì sera alle 20.15, come riporta questa mattina il Gazzettino.

La coppia si era spacciata per turisti turchi in visita a Venezia. Lui chiede di assaggiare un po’ d’uva e paga. Lei chiede delle zucchine e presenta dei contanti stranieri.

Chiedono di cambiarli, ma i gestori rifiutano. Nel frattempo riescono a sfilare i contanti dal cassetto. Ma vengono scoperti e inizia il parapiglia.

Uno dei gestori invita la fidanzata ad andarsene: lei chiama i Carabinieri. I truffatori restituiscono i soldi ed escono, montano in auto e se ne vanno verso Casale, in contromano.

Pochi istanti dopo arrivano i Carabinieri che verbalizzeranno l’accaduto.

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

22/01/2018

Tentata truffa alle Generali: scoperti

Stando all'accusa, avrebbero compilato con dati fasulli i moduli di constatazione amichevole relativi ad un tamponamento sul Terraglio, mai avvenuto

immagine della news

05/12/2017

Truffa agli esercenti: preso

Al termine di un'indagine lampo, arrestato un 40enne rumeno che pretendeva il resto di merce mai pagata

immagine della news

04/12/2017

Occhio alla truffa

Segnalate a Oderzo telefonate di sedicenti associazioni locali che raccolgono denaro per beneficenza. L'altolà dell'amministrazione comunale

vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×