24 luglio 2019

Tentar non nuoce

Categoria: Fotografia - Tags: Concorso fotografico, Premio Fabbri, Pierpaolo Mittica, Irving Penn, Gordon Parks

immagine dell'autore

Andrea Armellin | commenti | (2)

Se vi sentite artisti, e vi piace esplorare le sfacettature del mondo con una macchina fotografica, c’è un concorso anche per voi: il Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee.

Suddiviso in due sezioni, Arte emergente e Fotografia contemporanea, ha prorogato la data di consegna delle opere al 22 settembre. E’ quindi il momento giusto di tirare fuori dal cassetto quel progetto a cui tenete tanto e che vi è costato ore di sudore e sperimentazioni, magari nell’incomprensione generale: potreste vincere un premio acquisto di 5000 euro.

“Il Premio Francesco Fabbri vuole essere strumento di indagine delle varie sfaccettature della contemporaneità visiva internazionale per creare una mappatura delle ricerche di carattere innovativo capaci di esprimere un presente ibrido e sfaccettato. ”

Quindi, se vi sentite contemporanei e visivamente sperimentatori, fatevi sotto.

 

Note tecniche: La sezione Arte emergente è dedicata agli autori che non abbiano superato i 35 anni di età che potranno partecipare attraverso ogni forma creativa visuale, dalla pittura alla scultura, dall’installazione alla fotografia, dalla video arte alla performance e alla sound art, fino al disegno e alla grafica, senza limitazioni nel linguaggio.


La seconda sezione è rivolta alla fotografia contemporanea, in continuità con l’azione di Fondazione Francesco Fabbri, promotrice di F4 / un’idea di Fotografia, festival dedicato alla fotografia moderna e contemporanea. Vi potranno partecipare autori da ogni paese del mondo senza limiti di età.

Le opere finaliste saranno esposte a Villa Brandolini a Pieve di Soligo (Tv) dal 29 novembre al 21 dicembre 2014 e durante il vernissage saranno proclamati i vincitori. Per iscrizioni e informazioni: premio@fondazionefrancescofabbri.it oppure qui.

 


 

Se invece ad appassionarvi è il mondo festoso che si crea immancabilmente quando c’è del cibo (e del vino) nei paraggi, ecco il concorso giusto per voi: “Dalla grande cucina alle sagre di paese, gli scatti che descrivono momenti di convivialità attorno al cibo”.

Solo se non siete dei fotografi professionisti, potete inviare (Bar Michelon Piazza IV Novembre, 7 – 31020 Tarzo (TV))  da due a tre opere per sezione (sezione BN o sezione Colore, minimo 2 e massimo 3 opere per sezione, montate su cartoncino nero da 30x40 cm , la foto dovrà avere il lato maggiore non inferiore a 24 cm) entro il 21 settembre per provare a vincere uno dei premi in palio: sarà valutata sia l’opera singola, sia il lavoro complessivo del fotografo.

La mostra delle opere pervenute sarà allestita presso la nuova struttura polivalente di fronte ai laghi, in via Battisti a Tarzo, dal 4 al 18 ottobre (orari: sabato 18-22, domenica 10-22). La premiazione si terrà il 18 ottobre alle 17.00. I premi son in denaro (250, 150 e 100 euro per ogni sezione).

Qui le info dettagliate.  Info: Mirko De Polo, tel. 3464316419 (dopo le ore 18.00) ,  concorsofotografico@prolocotarzo.com

 


 

Altro concorso, altra possibilità: siete ancora in tempo per spedire le vostre fotografie di viaggio al Concorso “Viaggio che passione”. Il termine è il 30 settembre. Qui tutte le info.

 


 

Nel frattempo, mentre attendete di sapere se avete vinto, ci son alcune mostre che potete visitare:

> A Pordenone trovate Pierpaolo Mittica, con le ceneri del mondo: “Ashes Ceneri”. Merita di sicuro una visita, per il tema e per la bravura del fotografo.  Qui l’intervista a Mittica e i dati sulla mostra.

A Motta di Livenza, presso il Palazzo La Loggia, il 28 settembre alle 11.30 apre la mostra “Private Memories”, mostra collettiva di fotografie e pittura di Serena Barbisan, Stefano Cescon, Francesca De Pieri, Flavio Favero e Piero Paolo Lucchetta. Una serie di opere pittoriche e fotografiche che affrontano il tema nel suo aspetto più personale e intimo come momento di riflessione personale tra ricordi, aspirazioni e suggestioni interiori. Orari di apertura venerdi 16.00-19.00, sabato e domenica 10.00-12.00 e 16.00-19.00. Ingresso libero. Aperta fino al 19 ottobre. Info: tel. 0422 761513

> A Venezia c’è Irving Penn, con Resonance, in esposizione a Palazzo Grassi fino al 31 dicembre. 130 fotografie dalla fine degli anni ‘40 fino alla metà degli anni ’80, l’esposizione riunisce 83 stampe al platino, 29 stampe in argento, 5 stampe dye-transfer dai colori vivaci e 17 internegativi mai esposti prima d’ora.  La mostra ripercorre i grandi temi cari a Irving Penn che, al di là della diversità dei soggetti, hanno in comune la capacità di cogliere l’effimero in tutte le sue sfaccettature. Aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 19 tranne martedì. Info qui.

> Il Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri di Verona ospita, fino al 28 settembre, la mostra "Gordon Parks. Una storia americana." Realizzata da Fondazione Forma per la Fotografia in collaborazione con la Gordon Parks Foundation e Contrasto, l'esposizione presenta circa 160 immagini in bianco e nero e a colori, stampe moderne e molti vintage. Scomparso nel 2006 a 93 anni, Parks è stato fotografo, poeta, scrittore, regista (suoi i film sul detective Shaft), attore, musicista: una personalità dallo straordinario eclettismo, che gli è valso il soprannome di “Uomo del Rinascimento”. Aperta da martedì a domenica ore 10.00 - 19.00. Qui info.



Commenta questo articolo


Ciao Andrea,

il 12 sono andata alla conferenza stampa di Mittica.

Pur confessandogli che fino alla settimana precedente (il tuo post!) non sapevo nemmeno chi fosse, mi ha dedicato gentilmente del tempo.

Ci siamo messi a chiacchierare, in camera caritatis, degli argomenti che stanno a cuore ad entrambi, ci siamo scambiati informazioni, numeri di telefono, siti internet di persone che potrebbero fare rete con noi, insomma un incontro umano di grande valore, una persona umile ed assetata di conoscenza.

Sulla via del ritorno, aprendo il catalogo e leggendo la dedica, mi sono commossa. E’ un grande fotografo, con un grande cuore.

Il caso non esiste, esiste la sincronicità, e quella vuole che, pur non appassionata di fotografia, quel giorno, io abbia letto il tuo post.

Grazie

segnala commento inopportuno

Bene. Sempre bello far incrociare universi paralleli.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×