23/11/2017coperto

24/11/2017foschia

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Esteri

Terremoto tra Grecia e Turchia: 2 morti e 120 feriti

commenti |

Due morti e 120 feriti dopo il terremoto di magnitudo 6.7 che ha colpito la città turca di Bodrum, la costa turca meridionale e le vicine isole greche. Le due persone decedute sull'isola greca di Kos erano "straniere", come ha detto il sindaco Georges Kyritsis. Si tratta, come è stato reso noto successivamente, di un uomo turco di 39 anni e un 27enne svedese, come ha riferito il governatore della regione Sud Egeo Giorgos Chatzimarkos ad una radio greca. Entrambi sono morti nel crollo di un bar.

L'epicentro del sisma, a una profondità di 10 km, è stato localizzato tra Kos eBodrum, ma è stato avvertito in tutte le vicine isole del Dodecaneso. Nel centro di Kos, gettonatissima località turistica, ci sono centinaia di bar, e proprio in questi locali si trovavano le tre persone che, fra quelle ricoverate in ospedale, versano in gravi condizioni ma non sono in pericolo di vita, secondo quanto riferito dai medici citati da ERT.

"Tre persone sono state gravemente ferite, ma non sono più in condizioni critiche", ha riferito a una televisione greca il direttore dell'ospedale, Nektarios Georgantis. "Mentre - ha proseguito - 78 persone sono già state curate e hanno lasciato l'ospedale, le altre altre hanno lesioni minori e sono tenute sotto osservazione".

In Turchia, Esengul Civelek, il governatore della provincia di Mugla, dove si trova Bodrum, ha detto all'agenzia di stampa Anadolu che non sono state registrate vittime o danni strutturali.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

06/09/2017

La terra trema

Tre scosse di terremoto avvertite in diversi comuni del Veneto, Il sisma è stato avvertito a Vittorio Veneto, Miane, Conegliano

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×