16/02/2019sereno con veli

17/02/2019foschia

18/02/2019nebbia e schiarite

16 febbraio 2019

Test di Medicina alle porte!

Categoria: Scienze e tecnologie - Tags: medicina, numero chiuso, università, università esami, scienza, scienziati

immagine dell'autore

Scarpis Enrico | commenti | (4)

studiare Medicina, test Medicina, numero chiuso

Come affrontare il test e brevi considerazioni sul perché studiare Medicina, per i più sicuri…e per gli indecisi

 

 

Ancora impegnati nel loro ultimo anno da liceali, in trepida attesa dell’esame di maturità, gli studenti delle scuole superiori dovranno trovare il tempo per scegliere il loro percorso di studi universitario e per prepararsi alle prove di ammissione per i corsi a numero chiuso. L’8 aprile sarà il giorno di Medicina e di Odontoiatria, mentre il 9 aprile per Medicina Veterinaria. Il test prevedrà, com’è ormai noto, quesiti di cultura generale e di ragionamento logico, oltre che le materie caratterizzanti il percorso di studi: biologia, chimica, fisica e matematica. Se per queste ultime materie è più che sufficiente la preparazione liceale, per il ragionamento logico occorre fare molta pratica sui quiz esemplificativi consultabili su testi specifici acquistabili in libreria. Mentre per la cultura generale occorre avere la fortuna di confrontarsi con argomenti noti, per interesse o per casualità. Aver frequentato il liceo scientifico, a mio modesto parere, darà una buonissima preparazione di base, tuttavia sono riusciti a superare il test anche molti studenti dei licei classici e degli istituti tecnici o linguistici. Spesso le posizioni alte in graduatoria sono frutto di buoni punteggi nei quiz generali, per cui occorre davvero molta, molta fortuna.

 

 

Alcuni sono già sicuri di quale strada scegliere, altri, invece, potrebbero essere indecisi, magari spaventati dai troppi anni di studio. Perché studiare medicina? Per aiutare gli altri. Questa è la risposta più gettonata (quasi scontata) e, se volete, più nobile. Aiutare le persone grazie alle conoscenze mediche è il fine ultimo e imprescindibile dell’essere medico. Tuttavia non tutti i medici hanno a che fare con le persone: esistono alcune specialità mediche (medico di laboratorio, radiologo, medico igienista) che, seppur con il fine di contribuire al miglioramento della salute delle persone, non hanno un contatto medico-paziente diretto, come s’intende comunemente (Attenzione, non fraintendete: anche questi specialisti hanno un contatto (quasi) diretto con il paziente, ma non come lo si intente spesso: la visita medica ambulatoriale o la pratica al letto del malato). Altre ancora, come il medico legale o i patologi, possono avere a che fare con persone già decedute, ed hanno il compito di affiancare la giustizia o fare una particolare diagnosi. Insomma: gli sbocchi professionali sono molteplici e variegati!

 

 

Per studiare medicina, a mio avviso, occorre innanzitutto una passione per le materie di base (biologia, chimica, anatomia, fisiologia), oltre che un interesse e curiosità per il corpo umano. Studiare medicina significa in primis capire la costituzione e il funzionamento del corpo umano nomale (primi tre anni di studio), e solo in seguito si giunge alla fase di ragionamento diagnostico e terapeutico sulle malattie vere e proprie (secondo triennio).

Si studia molto? Moltissimo. Troppo, mi vien da dire. Le conoscenze mediche sono veramente infinite, difficili da imparare in breve tempo. Tuttavia i sei anni hanno lo scopo e l’utilità di formare dei medici che abbiano le conoscenze di base su qualsiasi disciplina e abbiano una buona autonomia pratica e decisionale.

 

Per studiare con coscienza e serietà medicina serve molta buona volontà e costanza: bisogna investire molto del proprio tempo, weekend, estati, vacanze natalizie e pasquali. Anche nelle altre facoltà non mediche occorre lo stesso impegno, direte voi: è vero. Tuttavia Medicina è diversa: tutto (e dico tutto) quello che si studia deve essere tenuto a mente, anche in un angolino nascosto, ma deve esserci e rimanerci per sempre (quando si ha davanti il paziente - che sta male - può non esserci tempo per andare a consultare le fonti di informazione!). 

 

Tirate pure un sospiro di sollievo: il tempo per gli amici, la fidanzata, il divertimento e la cultura si trovano senza grossi problemi.

 

Studiate medicina: è un investimento per il vostro futuro e per quello dell’intera comunità cui sarete al servizio.

 

 

Photo credit:

photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/njsouthall/7261373934/">sickmouthy</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/">cc</a>

 

photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/umjanedoan/497374910/">umjanedoan</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">cc</a>

 

photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/tulanesally/2760577402/">Tulane Public Relations</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">cc</a>

 

photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/monashuni/8227997007/">Monash University</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/">cc</a>

 

photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/306/453957521/">*vlad*</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/">cc</a>



Commenta questo articolo


E perchè mai? Nel prossimo futuro basterà solo il bicarbonato come cura per tutte le malattie. L'ho scoperto grazie a un blog proprio su OggiTreviso!

segnala commento inopportuno

Sig. Scorretto, te sé el soito troll desgrazià ! vutu piantarla co 'sta storia del bicarbonato?
:-)

segnala commento inopportuno

fare i soldi, se poi fai il farmacista ne guadagni ancora di più.

segnala commento inopportuno

Immagino che sia questo, allora, il motivo per il quale lei (che ama lavorare aggratis) non si è dedicato agli studi di medicina. O forse non è diventato medico perché (per pura jella....), non è riuscito a superare i molto selettivi test d'ingresso alla Facoltà?

PS; temo comunque non sia molto aggiornato sugli emolumenti, ad es. di un medico ospedaliero.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×