20 agosto 2019

Castelfranco

Testimonianze di disagi in ospedale: tra chi protesta anche l’ex sindaco Gomierato

L’ex sindaco di Castelfranco Veneto, Maria Gomierato, ha scritto al Comitato Difendiamo il nostro ospedale per raccontare la sua storia.

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CASTELFRANCO – In molti hanno accolto l’invito del comitato Difendiamo in nostro ospedale di Castelfranco Veneto, raccontando i disagi patiti in seguito alle novità che hanno portato le schede regionali nel nosocomio cittadino. Tra i tanti cittadini comuni anche una opinione illustre, quella dell’ex sindaco Maria Gomierato che ha voluto far sapere le difficoltà incontrate per curare la madre anziana. Va ricordato che quand’era prima cittadina, Gomierato aveva tagliato il nastro dell’ultimato ospedale, per il quale tutti ipotizzavano un importante e lungo futuro.

"A Castelfranco ormai l’ospedale ha finito di accogliere persone con patologie che necessitano di intervento chirurgico, salvo che si tratti di un cancro – ha scritto Maria Gomierato -. Per una frattura al femore, per esempio, non c’è più posto, le sale operatorie servono allo IOV e mia mamma, 92 anni, la settimana scorsa è stata prima preparata per l’intervento e poi sospesa e mandata a Montebelluna perché la sala operatoria e l’anestesista non erano più disponibili. A Montebelluna è arrivata in lacrime per il dolore provocato dagli scossoni, il giorno dopo è stata operata e adesso non si sa come andrà a finire perché l’ortopedia è piena di pazienti dovendo farsi carico di un bacino di 240.000 abitanti anziché di 120.000 come doveva essere”.

“Quanti problemi nasceranno per le persone che sono esseri umani in un momento di grande fragilità e sofferenza e non pacchi da spostare da un fabbricato all’altro alla ricerca di un letto? – si chiede l’ex sindaco - Quanti problemi per il personale di un ospedale che vede raddoppiare la domanda di assistenza e cura? Quanti rischi per tutti? Ci sono anche quelli nel contratto con lo IOV? Ci penseranno i Santi?... Sono molto preoccupata per mia mamma e per tutti i cittadini di questo territorio che hanno cominciato a pagare queste scelte con i loro disagi e le loro sofferenze. E come ex sindaco di Castelfranco sono massimamente indignata con chi ha permesso tutto questo: i nostri politici che penalizzano il territorio con scelte ingiustificabili".

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×