17/07/2018quasi sereno

18/07/2018sereno

19/07/2018quasi sereno

17 luglio 2018

Esteri

Texas, 8 migranti morti in un rimorchio

commenti |

Otto persone, tra le quali due bambini, sono state trovate morte nel rimorchio di un trattore in cui erano stati rinchiusi 38 migranti in Texas. Altre 20 persone sono state ricoverate, alcune in gravi condizioni, ha reso noto il capo dei servizi di emergenza di San Antonio, città texana poco distante dal confine con il Messico. Il rimorchio era stato abbandonato nel parcheggio di un Walmart e sono stati proprio i dipendenti del mega store a chiamare la polizia la scorsa notte.

"Abbiamo ricevuto una chiamata da un dipendente di Walmart dopo che era stato avvicinato da una persona proveniente dal veicolo che chiedeva dell'acqua", ha detto Charles Hood in una conferenza stampa spiegando che, una volta arrivate, le squadre di soccorso hanno trovato i corpi dei migranti, quelli morti e quelli ancora vivi ma in un grave stato di disidratazione, uno sull'altro.

Le autorità hanno individuato ed arrestato l'uomo che era alla guida del rimorchio, ma non hanno fornito dettagli sulla sua identità. "L'autista e chiunque altro sia coinvolto in questo rischia incriminazioni statali e federali", ha dichiarato il capo della polizia locale, sottolineando che questo tipo di tragedia non è un caso isolato.

"Succede continuamente, questa volta siamo riusciti a trovare sopravvissuti", ha aggiunto spiegando che solitamente i veicoli con a bordo i migranti rinchiusi vengono lasciati di notte. Riguardo al destino dei migranti che sono stati ricoverati, alcuni in condizioni molto gravi, la polizia locale ha fatto sapere che, una volta dimessi, saranno consegnati alle autorità dell'immigrazione. Il dipartimento di Sicurezza Interna è anche stato allertato ed ha avviato un'inchiesta per "determinare l'origine di questa orribile tragedia".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×