08 dicembre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Il titolare dell'Osteria senz'oste denuncia i funzionari dell'Agenzia delle Entrate

Indagati per falsità materiale e falsità ideologica

commenti |

commenti |

VALDOBBIADENE - Due funzionari dell'Agenzia delle Entrate di Treviso risultano indagati, per falsità materiale e falsità ideologica, dopo una denuncia presentata da un imprenditore, Cesare De Stefani (nella foto), per le contestazioni su presunti maggiori ricavi non dichiarati mosse alla sua azienda, la "Emporio Carni" di Valdobbiadene.

 

Nel procedimento aperto dalla magistratura trevigiana, i due funzionari, un uomo di 37 anni e una donna di 42, sono accusati di illeciti durante un controllo fiscale nell'azienda. De Stefani era salito alla ribalta per un'altra vicenda, quella della multa, sempre da parte dell'Agenzia delle Entrate di Treviso, alla sua 'Osteria Senz'Oste', un casetta tra le colline del Prosecco dove per bere bastava lasciare un'offerta libera.

 

In questa nuova vicenda, invece, De Stefani ha denunciato quelle che, secondo lui, sarebbero state le irregolarità che i due funzionari delle Entrate avrebbero commesso nel verbale di contestazione, 'manomettendo' uno schema Excel da loro stessi elaborato, non rispettando il procedimento, con il risultato di richiedere il pagamento di un importo non dovuto. Della vicenda, oltre alla Procura, de Stefani ha avvisato anche all'Agenzia Entrate, l'Audit Centrale di Roma, e i carabinieri. 

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

18/07/2016

Un salto in osteria

Si intitola Vini & Cicchetti, E’ la guida alle osterie di Marca

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×