25/05/2019variabile

26/05/2019variabile

27/05/2019pioggia

25 maggio 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Tra vino e poesia

All’osteria di Sernaglia Silmava tiene vivo il ricordo del padre Giocondo Pillonetto: l’oste poeta

commenti |

SERNAGLIA DELLA BATTAGLIA - Osteria di paese, ma anche luogo di cultura. Specchio della personalità del suo fondatore - locandiere e poeta al tempo stesso - che si alternava al suo bancone rosso-verde di fronte all’ingresso e al piccolo tavolino, più in disparte, dove leggeva e componeva.

 

Giocondo Pillonetto, quell’osteria all’incrocio tra via Roma e via Trevigiana, prima farmacia del padre Angelo, l’aveva inaugurata l’11 aprile del1948 con grandi sacrifici economici e non poche speranze. “Se non proseguo negli studi, apro un’osteria”. Nero su bianco, se l’era ripromesso in una delle lettere da lui redatte e gelosamente custodite per decenni in un vecchio baule militare.

 

Oggi sua figlia Silmava tiene vivo il ricordo del padre, l’oste poeta. Di cui ha raccontato la storia nel numero del Quindicinale in uscita in questi giorni.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×