14/12/2017foschia

15/12/2017pioviggine

16/12/2017sereno con veli

14 dicembre 2017

Conegliano

Tre migranti potrebbero arrivare a Gaiarine, sacerdote minacciato da imprenditore

Don Pietro Salvador: "Psicosi collettiva, ingiustificata"

Stefania De Bastiani | commenti |

GAIARINE - Probabilmente, in autunno, tre o quattro ragazzi richiedenti asilo arriveranno a Francenigo, frazione di Gaiarine. Prenderanno posto in una casa messa a disposizione da un privato e seguiranno un percorso di formazione su cui un gruppo di 15 persone sta lavorando da un anno e mezzo.

 

Questi tre o quattro giovani, però, stanno già spaventando tantissimo un imprenditore della zona, Emiliano Piovesana, che ha iniziato a distribuire volantini contro don Pietro Salvador, parroco della parrocchia di Francenigo. “Sono stato minacciato da questo imprenditore - raconta il sacerdote - che mi ha detto che se dovesse succedere qualcosa ai suoi figli sarò io a pagarla. Una vera e propria minaccia, che va ad aggiungersi ai volantini molto pesanti che sono stati distribuiti contro di me. Una questione che affronteremo insieme alle autorità e al vescovo”.

 

L’imprenditore Piovesana aveva paragonato don Pietro Salvador a “quelli dell’Isis” che credono di “fare la cosa giusta interpretando a loro modo il Corano” e aveva annunciato proteste e boicottaggi nei confronti della parrocchia.

“Si tratta di una psicosi collettiva - commenta il parroco - di una paura alimentata dalla politica, di una psicosi del rifiuto del migrante. Quelli che arriveranno possono essere al massimo tre o quattro ragazzi, e saranno seguiti dalla Caritas, Saranno impegnati tutto il giorno in corsi di lingua italiana e in lavori socialmente utili. E’ da marzo del 2016 che un gruppo di 15 persone lavora per accogliere questi giovani con un progetto strutturato”.

Un progetto che, se andrà in porto, vedrà l’arrivo di tre o quattro ragazzi a Gaiarine per fine autunno. “La gente ha paura perché non li conosce - conclude don Pietro Salvador - ma il pericolo non è detto che venga da fuori e questo mi sembra allarmismo ingiustificato”.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

22/11/2017

A Vittorio Veneto si dorme per strada

Il Comune non vuol saperne di creare un dormitorio. Eppure in città aumentano i ‘senza tetto’ e ‘senza patria’: rifugiati senza un ricovero

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.926

Anno XXXVI n° 22 / 14 dicembre 2017

LE NOVITA' DELL'ANNO CHE VERRA'

2018. Le novità dell’anno che verrà

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×