15 settembre 2019

Nord-Est

Tre ragazze 20enni spacciavano eroina anche ai minori nelle scuole, in arresto

commenti |

I carabinieri della compagnia di Sacile hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere e cinque obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di altrettante persone coinvolte a vario titolo in un'inchiesta per detenzione e cessione illecita di stupefacenti. 

 

Gli arrestati sono 4 donne ed un uomo. Secondo quanto accertato dai militari, tre ragazze (di 19 e 20 anni) avevano organizzato un articolato traffico di eroina, rifornendosi da un pregiudicato cittadino tunisino di Mestre e dalla sua compagna, per spacciare a giovani, anche minorenni, nel comune di Pordenone e Zoppola, in particolare in istituti scolastici.

 

L'operazione dei militari si è svolta dunque tra Venezia Mestre, Lignano, Zoppola e Cordenons in esecuzione dei provvedimenti emessi dal Gip del Tribunale di Pordenone. Le indagini sono state avviate nel corso del mese di Aprile.

 

Le tre ragazze (due bariste e una studentessa) compravano eroina dalla coppia di Mestre al prezzo di 7-12 euro al grammo e la rivendevano a 25- 50 euro al grammo nel pordenonese, spacciando anche nelle scuole superiori ai minorenni. La 19enne infatti frequentava l'ultimo anno di scuola e cedeva dosi di eroina in ricreazione, nei bagni, anche a giovanissimi.

 

I consumatori di eroina clienti delle tre ragazze, segnalati in prefettura, sono una quindicina. 

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×