12 novembre 2019

Treviso

Treviso celebra Rossini: al Teatro Del Monaco un cast d'eccezione

Pubblico entusiasta per la performance degli artisti

Davide Bellacicco | commenti |

immagine dell'autore

Davide Bellacicco | commenti |

concerto rossini treviso

TREVISO – Un Teatro Comunale vicino al tutto esaurito, molti i giovani, tutti ad ammirare la regale bellezza di un luogo d’altri tempi da sempre nel cuore dei trevigiani. Si spengono le luci, il resto è magia.

Treviso celebra Gioacchino Rossini nel 150° anniversario della sua morte e, martedì, ha scelto di farlo con un evento speciale della stagione fuori abbonamento. Eseguito, per l’occasione, lo Stabat Mater, in un’edizione per orchestra da camera che prevede delle sonorità leggermente differenti da quelle dell’orchestra tradizionale.

 

Di «serata storica» ha parlato il direttore artistico dell’evento e responsabile dell’associazione promotrice Musicantus, Edoardo Bottacin, «a iniziare dalla presenza del soprano, Luciana Serra, davvero eccezionale sia sotto il profilo artistico che umano».

Apprezzamenti anche per l’Orchestra Giovani Archi Veneti che, sempre secondo Bottacin, «anche per merito del lavoro del primo violino, Lucia Visentin, ha mostrato una padronanza tecnica e musicale sopraffine, come si è potuto evincere soprattutto nel corso dell’esecuzione della sonata a quattro, dove si potevano udire i soli archi».

 

Un cast d’eccellenza, con l’esibizione del Coro Venezze Consort, diretto da Giorgio Mazzuccato, ad accompagnare voci soliste di affermata caratura internazionale: dalla citata Serra, a Si Man Liu, mezzosoprano, dal tenore Gian Luca Pasolini al basso Carlo Malinverno. A dirigere impeccabilmente l'orchestra, il Maestro, Mirca Rosciani.

La performance, che ha ottenuto il convinto plauso dei presenti, si inserisce nel contesto della rassegna di manifestazioni che l’associazione ha promosso nel capoluogo in occasione dell’anniversario.

 

Prossimo appuntamento, la conferenza sul Rossini pianista di sabato 24 al Museo Bailo. Da segnalare anche il Concerto dell’Immacolata, con le più rare opere mariane di Mozart e Rossini, sabato 8 dicembre alle ore 16.00, questa volta nella settecentesca scenografia della Chiesa di Sant’Agnese e la Messa di Rimini, a conclusione del percorso, domenica 16 dicembre, ore 20.45 nella Chiesa del Sacro Cuore, ambedue ad ingresso libero.

 



foto dell'autore

Davide Bellacicco

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

10/03/2017

Piave, in arrivo due milioni

L'assessore regionale Bottacin illustra due interventi per la messa in sicurezza del fiume all'altezza di Ponte di Piave, Salgareda e Zenson

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×