17/10/2018coperto

18/10/2018parz nuvoloso

19/10/2018quasi sereno

17 ottobre 2018

Agenda

TREVISO SOTTERRANEA, L'EMOZIONE DELLA SCOPERTA.

NUOVO INCONTRO CON GLI AUTORI DEL LIBRO "TREVISO SOTTERRANEA" MERCOLEDÌ 14 MARZO ALLE ORE 18:00, SALA VERDE DI PALAZZO RINALDI

Incontri - Presentazioni

quando 14/03/2018
orario Dalle 18:00 alle 19:00
dove Treviso
Palazzo Rinaldi (Sala verde), piazza Rinaldi 1 - Treviso
prezzo Ingresso libero
info 0422 511411
organizzazione Chartesia e Comune di Treviso

Cos’è rimasto della Treviso precristiana, romana e medievale?

È stato scoperto tutto o restano ancora luoghi da indagare?

Treviso è realmente attraversata da una fitta rete di cunicoli e gallerie che servivano come vie di fuga?

E ancora: com’erano costruiti gli antichi cunicoli sotterranei per risultare impermeabili, data la ricchezza di corsi d’acqua della città?

A queste e a tante altre domande gli autori del libro Treviso Sotterranea cercano di fornire risposte chiare ed esaustive, nelle oltre 200 pagine di un volume straordinario che documenta scientificamente, per la prima volta a Treviso, l’esistenza e la funzione di una rete di ambienti sotterranei impensabilmente ricchi di testimonianze storiche.

Nuovo incontro con gli autori mercoledì 14 marzo alle ore 18.00, nella Sala verde di Palazzo Rinaldi, dove Simone Piaser (curatore del libro), l’archeologa Sara Paris, lo speleologo Sandro Meneghel e la docente IUAV Manuela Zorzi saranno nuovamente a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità, raccontando le meraviglie nascoste che Treviso – al pari di altre città italiane – può vantare: un dedalo di cunicoli, camminamenti segreti, antiche strutture militari, tombe, cantine, “butti”, pozzi e canali che negli ultimi 30 anni gli speleologi, archeologi e volontari dell’associazione Treviso Sotterranea – ispirati da Giorgio Garatti – hanno esplorato, studiato e reso accessibile a un numero sempre crescente di visitatori.

 Il libro scandaglia infatti – capitolo dopo capitolo – tutti i siti rinvenuti nel corso di decenni di scavi ed esplorazioni speleologiche, illustrando minuziosamente i principali ritrovamenti, lo stato delle diverse strutture sotterranee, la loro storia e la loro primitiva funzione, con testi accurati e autorevoli, realizzati ad hoc dai contributori dell’opera, schemi grafici particolareggiati, una preziosa documentazione storica e un apparato fotografico inedito e straordinariamente aggiornato. All’interno del libro anche una grande mappa pieghevole disegnata a mano, con l’ubicazione di tutte le strutture ipogee descritte nel volume.

La curiosità e il forte interesse suscitati da sempre da questo tema affascinante trovano così, finalmente, un adeguato supporto di approfondimento in grado di offrire una panoramica completa sulle scoperte condotte sino ad oggi, anche grazie al confronto con i sotterranei di alcuni suggestivi borghi gioiello della Marca: da Asolo con l’acquedotto romano, a Portobuffolè con l’antica galleria monumentale, ai cunicoli della Grande guerra del Castello di San Salvatore a Susegana.

L'incontro inizierà con la proiezione esclusiva di un video emozionale realizzato nei sotterranei delle mura, un invito all'esperienza e all'emozione della scoperta rivolto a tutta la cittadinanza.

Dopo il precedente successo del libro Le Mura di Treviso, CHARTESIA offre così alla città questo secondo tributo, realizzato grazie al prezioso supporto di Forel, Debby Line, Finnova, Targa Telematics e La Loggia Living.

Un’opera imperdibile destinata sia agli addetti ai lavori che ai semplici appassionati, e che non può mancare nella libreria di ogni trevigiano.

Altri Eventi nella categoria Incontri - Presentazioni

Commenta questo articolo


Appuntamenti in Evidenza

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×