21 luglio 2019

Sport

Treviso straripante. al Palaverde sesta vittoria di fila

La De Longhi supera Forlì con un extra gap di 32 punti, finisce 84-52

Altri Sport

TREVISO - Big match questa sera al Palaverde per l’11° giornata di A2 tra le due seconde in classifica, De’ Longhi Treviso Basket e Unieuro Forlì, entrambe a 16 punti, con due lunghezze di distacco dalla capolista Lavoropiù Bologna.

Nell’ultimo turno Forlì ha battuto l’Assigeco Piacenza 83-79 (Johnson 21, Marini 17, Lawson 13), mentre TVB ha piegato Imola nell’infrasettimanale per 89-70.

 

Il clima del Palaverde è bollente e già prima della palla a due non mancano i botta e risposta tra le due tifoserie. Il primo canestro del match è di Tessitori, servito sotto canestro da Wayns. Per Forlì rispondono Bonacini in lay-up e Johnson che fa 2/3 dalla lunetta dopo un fallo su tiro da tre punti.
Lombardi marca strettissimo Lawson sotto le plance ma l’USA di Forlì è molto bravo a concretizzare il canestro del 2-6 per gli ospiti. La reazione della De’ Longhi non si fa aspettare ed è Tessitori, con due canestri consecutivi, a riportare il risultato in parità dopo 4’30” (sono tutti suoi i primi 6 punti di TVB finora).
L’intensità è alta e se per Forlì i due giocatori più ispirati sono Marini e Bonacini, per la De’ Longhi sono fondamentali i cambi, come dimostrano la tripla di Antonutti, la solita difesa asfissiante di Uglietti e la lotta sotto alle plance di Matteo Chillo.
Dopo i primi 10’ di gioco il punteggio è di 15-17.

 

 

Chillo alterna ottime giocate offensive al lavoro costante in marcatura su Kenny Lawson, avversario ostico per chiunque. È proprio lui a portare avanti di due lunghezze la squadra di coach Valli, ma Imbrò infila una tripla tanto difficile quanto importante (20-19 dopo a 12’53”).
Wayns si sblocca prima con un’azione solitaria e poi lanciato in contropiede da Imbrò: la panchina di Forlì chiama time-out mentre il pubblico del Palaverde esplode in un boato liberatorio.
Dopo il canestro del -3 del solito Lawson, Marini non dichiara la tabella ma insacca il canestro del pareggio (24-24 a 15’44”) e questa volta è coach Menetti a chiamare time-out.
TVB ragiona in attacco e fa circolare bene la palla, Burnett fa 1/2 ai liberi e Tessitori fa valere tutto il suo tonnellaggio sotto alle plance, prima andando a prendere un rimbalzo difensivo e poi facendosi trovare pronto in attacco.
Burnett ingrana la marcia e realizza 5 punti consecutivi, prima di servire l’assist a Tessitori che schiaccia con prepotenza il canestro del 32-26 (dopo 18’20”).
Dopo un ultimo minuto di fuoco (grazie soprattutto alla verve di Erik Lombardi) le due squadre vanno alla pausa lunga sul risultato di 38-28.

 

 

Parte subito forte TVB con Tessitori che concretizza un gioco da tre punti, poi va a referto anche Davide Alviti grazie al suo marchio di fabbrica: la tripla dall’angolo.
Wayns infiamma i 4782 del Palaverde con un’altra bomba delle sue, ma Forlì non demorde e trova punti importanti dalle mani di Bonacini.
Per la De’ Longhi è ancora un ritrovato Maalik Wayns a infilare la sua seconda tripla, andare in doppia cifra e a portare avanti i biancazzurri di 15 punti, prima di condurre il contropiede che porta Lombardi a schiacciare il canestro del 52-35 (24’31”).
Tessitori si mette in proprio e con forza e tecnica realizza un bellissimo canestro (match-scorer finora con 13 punti in poco più di 15 minuti) che gli vale la standing ovation quando Menetti lo richiama in panchina per farlo rifiatare.
Lombardi annienta De Laurentiis con una stoppata imperiale che fa esplodere tutto il palazzetto: l’inerzia è tutta dalla parte della De’ Longhi, così come dimostrano le diverse palle perse della squadra forlivese.
Gli ospiti non riescono più a segnare, ne approfitta Imbrò che prima infila la tripla del +21 e poi, graziato anche dal tabellone, sulla sirena segna il canestro che chiude il terzo quarto sul 65-42.

 

I primi due minuti del match non offrono grande spettacolo, le due squadre non vogliono concedere nulla in difesa e commettono diversi falli che portano prima Imbrò e poi Alviti dalla linea della carità.
Il primo canestro su azione dell’ultimo quarto lo segna capitan Antonutti che concretizza con intelligenza un contropiede, poi l’ottima difesa della squadra di casa porta Lawson a commettere infrazione di 24”.
Menetti manda sul parquet il giovane Sarto per Imbrò, poi ancora Antonutti sentenzia da tre punti mentre i romagnoli sono sfortunati sotto canestro.
Non c’è molto da dire sugli ultimi 5 minuti di gioco: Forlì prova a ricucire le distanze grazie al solito Lawson e al canestro del giovanissimo Tremolada, ma la De’ Longhi difende bene sul perimetro e scappa sempre in contropiede. Le ultime azioni sono show-time, con la schiacciata di Antonutti e la tripla da casa sua di un ottimo Wayns.
TVB gioca la sua miglior partita da inizio campionato e porta a casa la sua sesta vittoria consecutiva, chiudendo il match sul risultato di 84-52.

 

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – PALLACANESTRO FORLÌ 2.015 84-52

DE’ LONGHI: Tessitori 13 (6/8, 0/1), Burnett 8 (2/7, 1/1), Sarto, Alviti 6 (1/2, 1/3), Wayns 15 (3/8, 3/6), Antonutti 16 (5/8, 2/4), Imbrò 13 (0/1, 3/5), Chillo 6 (2/3, 0/1), Uglietti 1 (0/2 da 2), Lombardi 6 (3/4, 0/1). N.e.: Barbante. All.: Menetti.

FORLÌ: Tremolada 2 (1/1), Marini 7 (1/4, 1/5), Donzelli 6 (2/4, 0/3), Bonacini 10 (2/3, 1/2), Piazza (0/1 da 3), Oxilia 2 (1/6, 0/1), Lawson 17 (6/10, 1/2), De Laurentiis 4 (1/1, 0/1), Johnson 4 (1/7, 0/4). N.e.: Dilas. All.: Valli

Arbitri: Moretti, Yang Yao, Pierantozzi

Note: pq 15-17, sq 38-28, tq 65-42. Tiri liberi: TV 10/13, Forlì 13/16. Rimbalzi: TV 7+26 (Tessitori 1+6), Forlì 9+26 (lawson 1+8). Assist: TV 19 (Uglietti 5), Forlì 8 (Bonacini 3).
Spettatori: 4782

trevisobasket.it

 

Commenta questo articolo


Grandi eventi

Lewis Hamilton (Afp)

Altri sport

Trionfa Hamilton

Il pilota Mercedes vince il Gran Premio di Gran Bretagna per la sesta volta. Secondo posto per il compagno di scuderia Bottas, il ferrarista Leclerc ottimo terzo

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×