17/10/2017sereno con foschia

18/10/2017nebbia e schiarite

19/10/2017sereno con foschia

17 ottobre 2017

Basket

Treviso stravince contro Chieti

La squadra di coach Pillastrini assoluta protagonista al Palaverde

Basket

TREVISO - La De’ Longhi si riprende la vetta della classifica, e lo fa con una prova di forza che stordisce Chieti, capace di resistere solo un quarto alle folate di Fantinelli e compagni. 

Una vittoria che, grazie alle concomitanti sconfitte della Virtus Bologna e di Trieste, ha un valore doppio e fa sognare i tifosi in vista della volata finale di regular season. 


Apre le danze capitan Fantinelli con una morbida sospensione da distanza ravvicinata, poi è Perry a far schizzare il pubblico sui seggiolini con una tripla. Chieti, com’è prevedibile, non resta a guardare e pareggia grazie ad una bomba di Allegretti e a due liberi di Golden. La partita si accende, Ancellotti e Allegretti danno spettacolo, ma è la tripla del Fante a far esultare di nuovo il Palaverde. Entra anche Perl, poi capolavoro di Fantinelli che recupera palla sul contropiede degli abruzzesi e innesca Moretti, abile a finalizzare in transizione. Si corre e si segna molto, Chieti sceglie di difendere a zona ma viene bucata dai piazzati di Ancellotti e Moretti, restando a galla grazie a Fallucca.

 

 Il primo canestro di Perl al Palaverde vale il +7 e allora Bartocci chiama time-out. La Proger si riporta sotto con Turel, replica TVB con Rinaldi che appoggia al volo l’assist di La Torre. Zucca realizza in entrata e si va al primo riposo con la De’ Longhi avanti per 21-18. Annullato il bellissimo canestro realizzato da Rinaldi, col tiro che purtroppo è stato scoccato a tempo scaduto. Schiacciante il dominio a rimbalzo di Treviso, un 14-6 con 9 carambole raccolte sotto il canestro ospite. 

È il momento di spingere a fondo sull’acceleratore e La Torre raccoglie il messaggio: splendido il suo canestro per il 23-18. Dopo il libero di Golden sono Rinaldi e Moretti a siglare il +8. Zucca accorcia dalla lunetta, poi è splendido Moretti con la stoppata in difesa su Golden. Fantinelli continua a regalare spettacolo: rimbalzo in difesa, contropiede, passaggio dietro alla schiena per l’appoggio di La Torre. Pubblico in visibilio, time-out Chieti e TVB che non molla il pedale del gas, con Perry che porta i suoi in doppia cifra di vantaggio per la prima volta sul 31-20 a metà del quarto. La De’ Longhi non si ferma più, Chieti non riesce a segnare su azione, infrangendosi ad ogni assalto contro il muro eretto da Fantinelli e compagni, mentre in attacco la palla gira perfettamente e protagonisti sempre diversi trovano la via del canestro. Finisce con un crescendo rossiniano: a metà gara Chieti è doppiata (44-22), con un solo canestro realizzato dal campo e un parziale complessivo di 23-4. 29-11 il conto dei rimbalzi, 14 gli assist (6 di Fantinelli), 66-6 la valutazione. 

Nel terzo quarto non cambia la musica, anzi TVB continua a macinare canestri su canestri fino al +29 (56-27) siglato da Fantinelli. Qui Chieti ha un sussulto e confeziona un 10-0 su cui Pillastrini chiama un time-out. E i suoi ragazzi rispondono ottimamente, con un contro-parziale di 7-0 che ristabilisce un divario di tutta sicurezza quando termina il terzo quarto (64-37). L’ultima frazione è un lunghissimo garbage time, nel quale si registra il massimo vantaggio sul +35 (74-39). C’è spazio anche per i giovani Barbante e Rota, mentre da segnalare è l’ottima prova di squadra, con tre giocatori in doppia cifra e quattro a sfiorarla. Finisce con i quasi cinquemila del palazzetto che hanno cori e applausi per tutti. Ora doppia trasferta per la De’ Longhi, che farà visita prima a Ravenna, poi ad Imola, prima di riabbracciare il suo pubblico il 2 aprile nel match contro Recanati. 

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – PROGER CHIETI 80-47 

DE’ LONGHI: Fantinelli 9 (3/5, 1/2), Moretti 10 (3/4, 1/4), Negri 6 (1/4, 0/2), Perry 9 (3/8, 1/3), Ancellotti 14 (7/8 da 2); Rota, La Torre 13 (5/10, 1/4), Malbasa 2, Barbante, Rinaldi 11 (3/6, 1/2), Poser0 (0/1 da 2), Perl 6 (2/8, 0/1). All.: Pillastrini 

PROGER: Golden 7 (2/9, 0/1), Fallucca 11 (1/2, 3/6), DeCosey 2 (1/6, 0/1), Allegretti 5 (1/2, 1/2), Mortellaro 7 (2/6 da 2); Turel 3 (0/1, 1/3), Venucci 4 (0/2, 1/1), Piccoli 2 (1/1, 0/2), Zucca 3 (1/2 da 2), Sergio 3 (0/1, 1/3). All.: Bartocci 

ARBITRI: Tirozzi, Pecorella, Capurro. 

NOTE: pq 21-18, sq 44-22, tq 64-37. Tiri liberi: Treviso 11/19, Chieti 8/15. Rimbalzi: Treviso 33+21 (Perry 11+3), Chieti 21+6 (Mortellaro 8+4). Assist: Treviso 21 (Fantinelli 10), Chieti 9 (DeCosey, Allegretti 2). 5 falli: nessuno. Spettatori: 4872.

 

Altri Eventi nella categoria Basket

Treviso di scena a Jesi
Treviso di scena a Jesi

Basket

Nella terza giornata di campionato i locali battono la De Longhi 83-78: gli ospiti nel finale sfiorano la clamorosa rimonta

Treviso ko a Jesi

JESI - Treviso ko a Jesi. La squadra di coach Pillastrini rincorre nonostante lo spunto iniziale di Treviso che macina punti grazie alla coppia Antonutti-Brown.

Basket

Coach Pillastrini: "Affronteremo una squadra che ha tante armi pericolose e ci vorrà la nostra miglior difesa"

De Longhi domenica di scena a Jesi

TREVISO - Dopo la bella vittoria di domenica scorsa al Palaverde con Bergamo, la De’ Longhi Treviso Basket parte per Jesi dove domenica è in programma la terza giornata della A2 (Gir. Est) contro i locali della Termoforgia alle 18.

Matteo Fantinelli
Matteo Fantinelli

Basket

Il giocatore è in infermeria per un'infiammazione ad un piede che sarà costantemente monitorato nei prossimi giorni

Tegola De Longhi, Fantinelli a riposo

TREVISO - Lo staff medico della De’ Longhi Treviso Basket ha fatto il punto della situazione dopo le visite specialistiche e i controlli strumentali, per quanto riguarda capitan Matteo Fantinelli. 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×