22/02/2017coperto

23/02/2017pioviggine

24/02/2017pioggia debole

22 febbraio 2017

Il Trio di Parma torna al Fazioli.

i protagonisti: Rabaglia violino, Bronzi violoncello e Miodini pianoforte

Musica

quando venerdì 13 gennaio 2017 - ore 20.45
dove Fazioli Concert Hall di Sacile
organizzazione Fazioli

SACILE - Il ritorno del Trio di Parma alla Fazioli Concert Hall segnerà anche l'inizio del 2017 alla Fazioli Concert Hall.

Sul palco si incontreranno, giocoforza, tre strumenti di costruttori italiani: un violino Giovanni Battista Guadagnini del 1744, un violoncello Vincenzo Panormo del 1775 e naturalmente il grancoda Fazioli.

Con i suoi ventisei anni di attività, il Trio di Parma è una delle formazioni cameristiche più “longeve” sul panorama internazionale.

Per il pubblico di Sacile ha in serbo stavolta un programma tutto beethoveniano.

Nato presso il Conservatorio della propria città, il Trio è considerato l’erede musicale del leggendario Trio di Trieste, al quale deve la sua formazione.

Nel 1994 è stato insignito del “Premio Abbiati”.

Le affermazioni ai concorsi internazionali di musica da camera più importanti, dal Vittorio Gui di Firenze all’ARD di Monaco, hanno dato impulso all’intensa carriera concertistica del Trio, sia in Italia che all’estero.

Da Salisburgo a Duino, da Fiesole a diversi Conservatori italiani, ambitissimi sono i corsi e le masterclass tenute dai tre Maestri.


Il concerto inizierà alle ore 20.45.

Le prenotazioni sono iniziate lunedì 19 dicembre.

Si prega di scrivere a concert@fazioli.com.

 Chi preferisce telefonare può farlo nel pomeriggio dopo le 15 al numero 0434 72026 int. 3 (Gli uffici della Fazioli Concert Hall resteranno chiusi per le festività natalizie dal 24 dicembre al 1° gennaio).
 

Per informazioni:
Paola Zanusso - Responsabile di Biglietteria Fazioli Concert Hall
paola.zanusso@fazioli.com - T. +39 0434 72026 | 72576 int. 3


Elena Turrin - Ufficio Stampa Fazioli Concert Hall
elena.turrin@fazioli.com - T. +39 0434 72026 | 72576 int. 3



Altri Eventi nella categoria Musica

Commenta questo articolo


Appuntamenti in Evidenza


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Otto casi di meningite nella provincia di Treviso. Sei preoccupato?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.907

Anno XXXVI n° 3 / 16 febbraio 2017

CARLO E COSETTA: UNA VITA CHE E' (QUASI) POESIA

Zarlatàn (de Zèneda) e (quasi) poeta. Carlo se la ride sotto i versi. Nonostante la...censura. Ha iniziato a scrivere versi per “salvarsi”. Ma anche perché, sin da bambino, provava una simpatia particolare per la poesia, che riusciva a imparare a memoria senza fatica. Col tempo, Carlo Piasentin ha fatto di un impulso giocoso una passione fondamentale. Eppure, in casa, ha sempre avuto un giudice severissimo: la moglie Cosetta. Che - ma questa è pura chiacchiera da salotto - lo ha sposato...per allegria

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×