22/02/2017coperto

23/02/2017pioviggine

24/02/2017pioggia debole

22 febbraio 2017

Troppo freddo, all'Electrolux scatta lo sciopero

I lavoratori entrano negli uffici della direzione

SUSEGANA - All’Electrolux di Susegana l’annunciata sospensione delle attività degli operai, a causa del freddo, è divenuta realtà: ieri per un’ora e mezza i lavoratori hanno incrociato le braccia. Si sono recati in Direzione, entrando e protestando negli uffici e nelle sale direzionali. Fanno sapere di aver trovato – lì – “finalmente temperature adeguate oltre i 20 gradi”.

 

“La direzione continua a spegnere i riscaldamenti nei capannoni di produzione e li lascia accesi negli uffici. Oltre al per la rischio salute c'è il pericolo infortuni: sciarpe e giacconi potrebbero impigliarsi negli ingranaggi di impianti e catene di montaggio, mettendo a rischio l’incolumità operaia” scrivono su Facebook.

 

Una protesta che ha avuto effetti immediati, visto che al ritorno nelle postazioni di lavoro le temperature si sono alzate “miracolosamente” (ironizzano) di 4 gradi, come testimoniato dai termometri sentinella posizionati in fabbrica dagli operai. “Un pessimo inizio 2017” l’hanno definito i lavoratori.

 



Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo



vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Otto casi di meningite nella provincia di Treviso. Sei preoccupato?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.907

Anno XXXVI n° 3 / 16 febbraio 2017

CARLO E COSETTA: UNA VITA CHE E' (QUASI) POESIA

Zarlatàn (de Zèneda) e (quasi) poeta. Carlo se la ride sotto i versi. Nonostante la...censura. Ha iniziato a scrivere versi per “salvarsi”. Ma anche perché, sin da bambino, provava una simpatia particolare per la poesia, che riusciva a imparare a memoria senza fatica. Col tempo, Carlo Piasentin ha fatto di un impulso giocoso una passione fondamentale. Eppure, in casa, ha sempre avuto un giudice severissimo: la moglie Cosetta. Che - ma questa è pura chiacchiera da salotto - lo ha sposato...per allegria

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×