17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

19/08/2018sereno

17 agosto 2018

Oderzo Motta

Truffa agli esercenti: preso

Al termine di un'indagine lampo, arrestato un 40enne rumeno che pretendeva il resto di merce mai pagata

commenti |

truffa agli esercenti: arrestato

CIMADOLMO - Aveva messo a segno una truffa in un esercizio commerciale di Cimadolmo e successivamente tentato la seconda costringendo la commessa di un negozio a barricarsi dentro.

M.G. di 40 anni rumeno ed il suo complice in fase di identificazione, erano sicuri di non essere individuati anche grazie all’utilizzo di una vettura con targa tedesca, ma cosi non è stato.

Immediata la chiamata e la denuncia al Comando Polizia Locale Sinistra Piave di Cimadolmo, presentata dall’esercente vittima del raggiro.

In buona sostanza il 40enne pretendeva di ottenere il resto in danaro di merce che aveva acquistato ma mai pagato, facendo leva anche sulla violenza verbale. E, intimorendo la vittima, esigeva il denaro.

In poche, ore grazie al sistema di videosorveglianza, alcune foto segnaletiche ed un attività investigativa serrata della squadra di polizia giudiziaria del Comando, ieri in tarda serata gli agenti hanno individuato e denunciato l’uomo.

In atto ancora le ricerche per dare un nome al complice ma, come spiegano dal comando, il cerchio si stringerà in poche ore.
 

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

22/01/2018

Tentata truffa alle Generali: scoperti

Stando all'accusa, avrebbero compilato con dati fasulli i moduli di constatazione amichevole relativi ad un tamponamento sul Terraglio, mai avvenuto

immagine della news

04/12/2017

Occhio alla truffa

Segnalate a Oderzo telefonate di sedicenti associazioni locali che raccolgono denaro per beneficenza. L'altolà dell'amministrazione comunale

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×