15/11/2018quasi sereno

16/11/2018quasi sereno

17/11/2018sereno

15 novembre 2018

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Truffa da 72 milioni di euro, ingannati 3mila investitori: il "Banco dei Dogi" doveva aprire a Pieve di Soligo

In manette un broker 48enne di Portogruaro e altre 4 persone

commenti |

PIEVE DI SOLIGO - Arrestato il broker del “Banco dei Dogi”: l’accusa è quella di aver truffato almeno tremila investitori e di aver raccolto circa 72 milioni di euro. Ieri il vecchio mulino di Borgo Stolfi, che avrebbe dovuto essere la prima filiale del fantomatico “Banco dei Dogi”, è finito sotto sequestro: il 48enne di Portogruaro è finito in manette insieme ad altre 4 persone (una quinta risulta irreperibile).

 

Il mulino era stato sistemato e mancava solo l’inaugurazione, che veniva continuamente posticipata dal trader. L’ultima data fissata era quella dell’ottobre 2017, quando poi il broker era stato coinvolto nell’inchiesta, presentandosi spontaneamente agli inquirenti.

 

La truffa consisteva nell’offrire investimenti nel mercato “Forex”, ad altissimo e immediato rendimento.

 

I soldi – circa 72 milioni – sarebbero quindi in parte stati restituiti ai primi investitori (per aumentare la credibilità), in parte girati nei conti correnti degli indagati. C’era addirittura un sito internet, in cui venivano pubblicati i dati falsi sulle rendite del capitale.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×