20/06/2018quasi sereno

21/06/2018quasi sereno

22/06/2018temporale e schiarite

20 giugno 2018

Mogliano

TUBAZIONE ROTTA, VORAGINE IN STRADA: AUTO CI FINISCE DENTRO

È accaduto questa mattina alle 6 a Roncade. Disagi alla circolazione

| commenti | (6) |

| commenti | (6) |

RONCADE – Ha provocato un incidente stradale la rottura di una tubazione dell'aquedotto lungo via Ca’ Pesaro a Roncade. Con la rottura della tubazione ha ceduto il manto stradale, tanto da creare una vera e propria voragine.

A farne le spese è stato un automobilista, B.R., di Meolo (Ve). La sua Renault Clio improvvisamente si è bloccata finendo dentro alla profonda buca. Fortunatamente il proprietario non è rimasto ferito, anche se ci sono stati consistenti danni alla macchina.

Erano le 6 di questa mattina. Immediatamente sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno prestato soccorso al malcapitato.

La circolazione ha subito delle ripercussioni ed il traffico sta procedendo a rilento, anche perché al momento dell’incidente i pompieri non sono riusciti a rintracciare nessuno del Comune, e quindi hanno chiamato il sindaco, che ha proceduto personalmente a far intervenire degli addetti. M. Cer.

(foto da internet)

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Mentre la popolazione roncadese si recava al lavoro per mangiare e pagare le tasse, i Profughi/immigrati stavano "spaparanzati" a letto in attesa della sudata colazione.
Il sindaco certamente li avra svegliati per operare con badile e piccone.Loro avranno detto che non conoscono tali strumenti (neanche il sindaco credo, perchè per conoscerli bene bisogna usarli.

segnala commento inopportuno

ah ah ah mentre tu alle 11:00 eri stravaccato davanti un video a scrivere delle emerite scemenze, ma forse mi sbaglio magari stamattina eri coi profughi ad insegnar l'uso della vanga ed adesso ti stai godendo il meritato riposo...ma va a laù-rà

segnala commento inopportuno

Visto che alle 11:00 ero al lavoro e nei 5 minuti di pausa guardo cosa succede per il mondo, tu alle 12:38 te ne stavi davanti al PC, mentre io ero al lavoro per mantenere moglie e figli, politici e questi finti profughi libici.
Sono incazzato perchè questi non sono PROFUGHI, ma vengono trattati come tali perchè arrivati dalla Libia.

segnala commento inopportuno

Io sono con l'i-phone e cmq a quest'ora sono in pausa pranzo e anch'io mantengo moglie e figli e pago le tasse e via di questo passo, però non accuso 8 persone scampate da una guerra, che qualcuno ha avuto un po' la benevolenza di accogliere, dei mali di tutta Italia. Io sono più incazzato con qualcuno che passa 20mila euro al mese a persone "in difficoltà" che hanno 30mila euro dal salumiere da pagare e sempre con quel qualcuno che assume una persona per 9 mesi a 100mila euro per leggere sms in una trasmissione sportiva di un emittente in cui ci sono 35 persone che non percepiscono lo stipendio, ecco queste cose qui mi fanno incazzare.

segnala commento inopportuno

matteo75 ma vai a lavorare poregramo che non sei altro sempre con i tuoi commenti del cavolo che non stanno ne in cielo ne in terra!!!
Sia gli italiani che gli immigrati lavorano x mantenere i politici,svegliati fuori!

segnala commento inopportuno

Potrei risponderti "Poregramo te va dirgheo a to pare" e forse è quello che ti meriti, viste le accuse e la tua voglia di costruire un discorso sensato.
Io lavoro le mie 8 ore al giorno + varie ed eventuali visto che a casa ho moglie è 2 bambini ed in più un parlamento + regione + provincia + comune + falsi profughi da mantenere.


segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×