28/06/2017temporale e schiarite

29/06/2017piovaschi e schiarite

30/06/2017parz nuvoloso

28 giugno 2017

Montebelluna

Ubriaco entra in casa dei vicini e pesta il capofamiglia

Dopo l’intervento dei carabinieri è scattato l’arresto

commenti |

NERVESA DELLA BATTAGLIACompletamente ubriaco entra in casa dei vicini e pesta il capofamiglia, ma non si è ancora capito il perché. Quel che è certo, invece, è che ai polsi del 44enne di Nervesa della Battaglia sono scattate le manette per violazione di domicilio aggravata.

L’uomo, ieri sera verso le 20, ha suonato il campanello di casa dei vicini marocchini, i quali gli hanno aperto la porta. Poi, senza alcuna spiegazione, avrebbe aggredito il capofamiglia colpendolo ripetutamente al volto ed al collo, al punto che il malcapitato è dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale di Montebelluna, dove i medici gli hanno riscontrato una distorsione al rachide cervicale ed una ferita ad un dito della mano destra, guaribili in sette giorni.

Al termine delle formalità dell’arresto il 44enne è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in caserma. Questa mattina, dopo la convalida dell’arresto, il soggetto è stato rimesso in libertà, in attesa che venga fissata la data per il processo presso il Tribunale di Treviso.

 

Sempre ieri, i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Montebelluna hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Venezia nei confronti di un 48enne residente in città. Era stato segnalato dai militari del predetto reparto per continue inosservanza degli obblighi della detenzione domiciliare.

Dopo l’ennesima violazione – l’avrebbe fatto per 13 volte nell’ultimo anno - l’autorità giudiziaria lagunare ha revocato il beneficio degli arresti domiciliari, disponendo il trasferimento al carcere di Treviso.

 

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×