22/05/2019possibile temporale

23/05/2019variabile

24/05/2019parz nuvoloso

22 maggio 2019

Nord-Est

Uccide il figlio 21enne a coltellate

La vittima è Alessandro Minto

commenti |

VENEZIA - Un settantenne ha ucciso stamane il figlio di 21 anni con alcune coltellate, durante una furiosa lite, pare per futili motivi. Il fatto e' avvenuto in un' abitazione di Campagna Lupia (Venezia). Delle indagini sul delitto si stanno occupando i carabinieri di Chioggia.

 

Il padre della vittima è al momento in stato di fermo. Sul posto, con i carabinieri, è arrivato anche il magistrato della Procura di Venezia, il pm Francesca Crupi, che sta compiendo un primo sopralluogo nella casa dove e' avvenuto il delitto. I medici del Suem 118, allertati poco dopo la tragica aggressione, hanno tentato in tutti i modi di rianimare il 21enne ma per lui non c'era più nulla da fare.

 

Si chiamava Alessandro Minto (in foto), 21 anni, il giovane ucciso. Il ragazzo, figlio unico, lavorava come operaio in una ditta di Mestre. Ancora da appurare i motivi, pare banali, che hanno scatenato la discussione poi degenerata nell'aggressione e nell'accoltellamento da parte dell'anziano. Pare che i litigi tra padre e figlio fossero frequenti. Oggi, però, all'improvviso l'uomo, Guerrino Minto, ha afferrato un coltello dalla cucina e si è scagliato contro il figlio, freddandolo con diversi fendenti. Il settante è in stato di fermo, in attesa di rispondere alle domande del magistrato. Sul posto, con i militari della compagnia dei carabinieri di Chioggia, si trovano anche gli investigatori del nucleo investigativo di Venezia.

 

 

Aggiornamento ore 17.00. Un disaccordo sulla restituzione di alcune centinaia di euro, che il padre diceva di avergli prestato, è all'origine del litigio degenerato nell'aggressione che ha portato al delitto. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la violenta discussione è iniziata tra i due subito dopo pranzo, in cucina. In casa in quel momento c'erano anche una sorella di Guerrino e la loro anziana madre, che non hanno però assistito al delitto

 

Il ragazzo, contrariamente a quanto appreso in un primo tempo, è stato raggiunto da un'unica coltellata al cuore, che non gli ha lasciato scampa. L'arma utilizzata dall'anziano è un coltello da cucina, con una lama di quasi 30 centimetri, che il 70enne ha afferrato dal tavolo. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Chioggia, con l'accusa di omicidio volontario.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×