15 dicembre 2019

Treviso

Ucciso a fucilate in faccia nel giardino della propria abitazione

Omicidio questa mattina a Silea: un 63enne è stato ammazzato dal suocero

commenti |

commenti |

Ucciso a fucilate in faccia nel giardino della propria abitazione

SILEA - Terrore questa mattina in via Nerbon a Silea. Un uomo di 63 anni, Paolo Tamai (foto a sinistra), imprenditore, è stato ucciso a fucilate.

 

L'assassino sarebbe il suocero 90enne, Giovanni Padovan (foto sotto), che ha sparato in faccia al genero dalla soglia di casa mentre la vittima era nel giardino comune. L'anziano dopo il delitto si è barricato in casa.

La tragedia si è consumata mentre a casa si trovava anche la moglie della vittima, figlia dell'assassino, che è stata portata in ospedale sotto shock. Tra genero e suocero non correva buon sangue ma di certo nessuno pensava a un simile tragico epilogo. Stamattina è scoppiata l'ennesima lite tra i due e al termine di questa l'anziano ha preso il fucile e ha sparato al genero, colpendolo al volto.

 

Il 90enne è stato portato in caserma e poi arrestato.

L'attrito tra i due era stato già fatto presente ai servizi sociali del Comune. Ecco le parole del sindaco.

 

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×