12 novembre 2019

Ultimi!

Categoria: Notizie e politica - Tags: spesa per la cultura

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti | (4)

Beati gli ultimi perché saranno i primi (eccetera).

Non so se le verità bibliche ci azzecchino qualcosa con i prodotti-interni-lordi.

Ma c'è da sperare che sia così.

C'è da sperare (che altro si può fare, papa Francesco?) che l'Italia, che è l'ultimo paese nella graduatoria Ue per investimenti in cultura e istruzione, prima o poi diventerà primo.

Primo, magari, nell'elenco dei paesi europei più analfabetizzati.

Ad oggi, l'Italia destina alla cultura l'1,1% del Pil, contro il 2,2% medio dell'Unione Europea.

 

Per il nostrobelpase (lo stesso che - secondo l'Unesco - ha il più alto numero al mondo di beni-patrimonio dell'umanità), la cultura è così poco importante, da relegarla tra le spese accessorie, quelle a cui vanno destinate le briciole, i rimasugli del bilancio, qualche spicciolo che avanza.

Nell'unione europea, persino la Grecia (lacerata, come si sa, da una crisi economica da paura) investe in cultura più dell'Italia.

Noi, la Grecia, la battiamo solo negli investimenti destinati all'istruzione dove, pensa un po', siamo al penultimo posto in Europa. Alla scuola, l'Italia  destina l'8,5% del proprio Pil contro il 10,9% dell'Unione europea.

Non c'è che dire: siamo lungimiranti (nella nostra vertiginosa miopia).



Commenta questo articolo


Il budget per gli armamenti è il triplo di quello destinato all'istruzione e cultura.
Il budget per le forze di sicurezza è il quadruplo rispetto a quello destinato all'istruzione e cultura.
Sessant’anni fa la Costa Rica aboliva le forze armate. Per investire nella sanità e nell’istruzione. Quindi si può fare

segnala commento inopportuno

Caro Omar, ammettiamo - per dirla con Gaber - che "si può".
Io e te ci crediamo.
E chi può fare davvero qualcosa, ci crede?

segnala commento inopportuno

Hai ragione Emanuela,però qualcosa si muove e dopo tanto sono orgoglioso del deputato della nostra circoscrizione:
Già presentate due mozioni,speriamo bene e chi dice sempre no dovrà motivarlo per bene.
http://giuliomarcon.it/2013/03/sospendere-il-programma-dei-cacciabombardieri-f-35/

http://giuliomarcon.it/2013/04/8x1000-cambia-il-regolamento-mai-piu-soldi-alle-missioni-militari/

segnala commento inopportuno

In compenso siamo i primi come costi della politica!

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×