16 settembre 2019

Vittorio Veneto

UN BLOCCO STRADALE CONTRO LA PLASTOMECCANICA

I residenti di Ceneda minacciano "azioni forti". Vogliono lo spostamento della fabbrica

Emanuela Da Ros | commenti | (2) |

I residenti di Ceneda minacciano "azioni forti". Non ce la fanno più - sbottano alcuni - a sopportare l'inquinamento prodotto a Ceneda dalla fabbrica Plastomeccanica, e ne chiedono lo spostamento in zona industriale.

Ieri sera, durante un'animata assemblea del consiglio di Quartiere, i cittadini si sono confrontati tra loro sull'argomento prendendo posizioni decise. il consigliere Bastanzettiha sostenuto che il comune dovrebbe deliberare in forma ufficiale che la Plastomeccanica va ricollocata in zona industriale e che è impensabile sistemare delle fabbriche nel centro abitato, in mezzo alle case. "Il Consiglio di quartiere - ha detto Bastanzetti - dovrebbe sollecitare l’amministrazione a impegnarsi con la stessa energia profusa nel caso Ecoglobal per sospendere l’ attività lavorativa della Plastomeccanica nella sede di via Mascagni e dovrebbe inoltre richiedere al Sindaco Da Re (come Bastanzetti aveva già fatto col sindaco Scottà senza aver ottenuto alcuna risposta) informazioni sulla sicurezza dei prodotti usati nella fabbrica e sui cicli di lavorazione che vi si svolgono".

L'intervento di Bastanzetti, sostenuto da diversi residenti, non ha però avuto l'appoggio della presidente Perin che ha definito utopico lo spostamento della fabbrica. Bastanzetti e alcuni membri del consiglio hanno  dunque proposto azioni forti come un blocco stradale  se la situazione non dovesse mutare.

Durante il consiglio, una ventina di residenti in via Mascagni e nelle aree limitrofe hanno testimoniato i gravi danni da loro subiti da quando è stato concesso l’ampliamento della Plastomeccanica. "In sostanza  - ricorda Bastanzetti - si tratta della presenza di un ronzio continuo (notte e giorno) provocato dai ventilatori esterni e tale, secondo alcuni residenti “da condurre alla pazzia” (contro tale inquinamento acustico a nulla sono serviti dei pannelli fonoassorbenti applicati dall’ azienda alcuni mesi fa), altri saltuari ed improvvisi rumori di disturbo (forti schianti) vengono causati, si presume, dallo spostamento-deposito di materiali di lavorazione, del frequente rilevamento di odori di natura chimica, anche molto acri ed irritanti e che permangono per circa mezz’ora, quasi sempre in orario serale, di un aumento di polveri di natura non determinata il che, oltre al rischio di inalazione preoccupa anche per l’eventuale inquinamento di
frutta ed ortaggi coltivati in proprio nella zona 4) del transito di automezzi pesanti (anche Tir) in una strada non adatta a sopportarli – in tale strada si affaccia la elementare “Costella” e talvolta gli automezzi pesanti invadono la sede stradale negli orari di passaggio dei bambini, mancando un segnale di divieto di transito all ‘inizio della via (tra via Canova e via Mascagni) più volte sollecitato."

 



foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Già è difficile vivere in un ambiente visivamente compromesso dall'insediamento della Plastomeccanica (chi lo ha autorizzato ?), ora aggiungiamo un altro tassello, il rumore che disturba giorno e notte le abitazioni.
Tra un pò gli abitanti faranno il pieno, arriverà la Bretella con il suo carico di auto, di rumore e di inquinamento (chi l'ha caparbiamente difesa contro la volontà della gente ?)
Chissà se capiranno chi sta dalla loro parte e chi no.

segnala commento inopportuno

In via Mascagni dovrebbero portarci le scolaresche in visita perchè quella fabbrica, per il posto in cui è collocata, costituisce un emblematico monumento alla stupidità umana ed alla fallibilità di certa politica. Non solo dei partiti di maggioranza, diretti responsabili dell’ accaduto, ma anche dell’opposizione che, col suo silenzio, di fatto avvalla le castronerie che vengono decise. Così per la Plastomeccanica, come per la bretella di Ceneda, come per l’asilo Pazienza (solo per restare in loco).
Qousque tandem? Michele Bastanzetti

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

15/05/2019

Tempo da serpenti!

Sul Monte Altare si schiudono in anticipo le uova di Colubro di Esculapio o ‘saettone’, in dialetto ‘cavaroncol’

immagine della news

19/01/2019

"Qui situazioni da roulette russa"

La denuncia di Michele Bastanzetti sulla viabilità a Ceneda: "Le ultime riverniciature della segnaletica una ventina d'anni fa"

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×