22 settembre 2019

Treviso

Un giapponese a Vittorio Veneto

Vive nella cittadina della marca trevigiana da due anni. E' uno dei maggiori maestri calligrafi nel mondo. Questa sera alle 21 si esibisce in una dimostrazione della sua arte allo spazio Mavv. Organizza Radar.

admin | commenti |

immagine dell'autore

Questa sera alle 21 allo spazio Mavv di via Gelsolino il maestro calligrafo Norio Nagayama, da due anni residente a Vittorio Veneto, offrirà ai suoi concittadini una dimostrazione della sua arte.
Norio Nagayama, nome d'arte shimia, è nato a Ibaraki, in Giappone, nel 1956. Laureatosi all'università Daitobunka di Tokyo nel 1980, è membro degli ispettori della Japan Educational Calligraphy Federation a Tokyo e presidente dell'associazione Bokushin in Italia.
La calligrafia è un’arte che implica un lungo apprendimento e una pratica costante. In Oriente è intimamente legata alla pittura, ne è anzi il fondamento. Come la pittura, l’arte dello Shodo richiede innanzitutto la padronanza del tratto, l’immediatezza del gesto, la continuità del ritmo, il controllo della forza impressa al pennello e non tollera ritocchi o correzioni.
Il prossimo appuntamento dell'associazione culturale Radar, organizzatrice dell'incontro in collaborazione con lo spazio Mavv,  è martedì 15 maggio, sempre alle 21, al Mavv con la  presentazione dimostrativa di taiji quan del maestro Simone Della Giustina.
Il contributo alla serata con Nagayama è di 5 euro. L'ingresso all'incontro del 15 maggio è libero.

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×