24 luglio 2019

Vittorio Veneto

Un vigneto a 7 metri dalla scuola, il sindaco di Cappella: "Anch'io vivo circondato da vigneti, motivato a trovare una soluzione"

La risposta di Traetta al gruppo Stop Pesticidi

Claudia Borsoi | commenti |

CAPPELLA MAGGIORE – Non ci sta all’accusa di silenzio. Il sindaco Vincenzo Traetta puntualizza e replica alle dichiarazioni del gruppo Stop Pesticidi di Cappella Maggiore che ha presentato un esposto alla Procura per il vigneto che si trova vicino alla scuola elementare di via della Paglia.

 

«Io in primis vivo il disagio del fenomeno in quanto abito in una casa in zona residenziale circondata dai vigneti e, quindi, sono più che motivato a trovare una soluzione ragionevole al problema» afferma il primo cittadino. Ripercorrendo il carteggio avuto con il gruppo, Treatta precisa che «alla lettera del comitato del 18 febbraio ho risposto l’11 marzo, sottolineando che l’attuale amministrazione ha molto a cuore la salute dei cittadini ed ha introdotto, sin da aprile 2018, un nuovo regolamento di polizia rurale molto più severo del precedente».

 

Non solo. Dopo la lettera, il sindaco ha contattato il proprietario del fondo agricolo e la ditta che esegue sulle vigne i trattamenti fitosanitari. «Ci siamo raccomandati – afferma il sindaco – che i trattamenti avvenissero, fino al termine del calendario scolastico, nella giornata di sabato pomeriggio, e che venissero preventivamente annunciati mediante apposito cartello. E così è avvenuto».

 

Poi, a distanza di un paio di mesi, la seconda lettera a firma del comitato a cui – annuncia il sindaco - «risponderò solo dopo il 29 luglio, giorno in cui incontrerò il dottor Sandro Cinquetti dell’Ulss 2 (che è direttore del dipartimento prevenzione ndr) al quale girerò i quesiti proposti nella lettera».

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×