17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

19/08/2018sereno

17 agosto 2018

Nord-Est

Una bomba ferma i treni, ma è finta

commenti |

TRIESTE - Era un falso ordigno, confezionato con due bombolette collegate a un filo, il presunto residuato bellico che, trovato ai margini dei binari a Monfalcone, ha causato la cancellazione e il blocco dei treni tra Trieste e la stazione della città goriziana.

 

Gli artificieri, intervenuti sul posto del ritrovamento, una galleria della linea merci che porta allo scalo portuale, hanno fatto brillare poco prima delle ore 10:00 la falsa bomba.

 

Grandi i disagi per i viaggiatori sulla linea che porta al capoluogo giuliano. Le ferrovie hanno dovuto organizzare autobus sostitutivi tra Monfalcone e Trieste.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×