17/10/2018coperto

18/10/2018parz nuvoloso

19/10/2018quasi sereno

17 ottobre 2018

Treviso

Una serata con gli amici e poi lo schianto fatale, Quinto piange Andrea

“Vani”, come lo chiamavano gli amici era un ragazzo spontaneo e allegro

commenti |

andrea vanin

TREVISO - Andrea ha perso la vita a qualche centinaia di metri da casa, in via Monsignor Tognana, a Quinto. Lungo una strada che conosceva e percorreva sempre. Un’altra vittima della strada, un’altra vita finita tragicamente a soli 23 anni.

Andrea Vanin è morto nella notte tra lunedì e martedì dopo aver trascorso una serata con gli amici al bar Oasis a Santa Cristina, luogo di ritrovo della sua compagnia. Il giovane, dovendo percorrere poche centinaia di metri per arrivare a casa, non aveva allacciato le cinture. Una leggerezza che gli è stata fatale. Ha perso il controllo dell’auto che si è schiantata a tutta velocità contro un platano, finendo poi nel fossato. Nell’impatto violentissimo Andrea è sbalzato fuori e il uso cuore ha smesso di battere.

A piangere Andrea è l’intera comunità di Quinto che si è stretta intorno alla famiglia, ai genitori Stefano e Paola.

Gli amici che sono rimasti con lui fino a fine serata non riescono a darsi pace. “Vani”, come lo chiamavano, era un ragazzo spontaneo e allegro. Dopo gli studi al Turazza di Treviso aveva lavorato a periodi alterni come magazziniere Attualmente era disoccupato. In queste ore tantissimi i messaggi di affetto lasciati dagli amici nella bacheca Facebook di Andrea. I funerali di Andrea Vanin saranno fissati nella giornata di oggi.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×