18/11/2018sereno

19/11/2018variabile

20/11/2018pioggia

18 novembre 2018

Oderzo Motta

"Uniti si può" per Ponte di Piave e Salgareda

L'associazione di Annone Veneto che in questi anni ha aiutato le popolazioni terremotate del centro Italia si sta mobilitando anche per gli sfollati di Ponte di Piave e Salgareda

Alberta Bellussi | commenti |

Noi Ci Siamo

SALGAREDA / PONTE DI PIAVE - “Noi ci siamo – Uniti si può” è un’associazione no profit da anni in prima linea nell’aiutare le popolazioni colpite dal sisma del centro Italia.

Ora scende in campo per aiutare anche chi è stato colpito dalla piena del Piave a Salgareda e Ponte di Piave. L’associazione ha sede ad Annone Veneto e molti volontari gravitano nella zona di Motta di Livenza.

In collaborazione con un gruppo di persone amiche della zona di Dolo, che si sono attivati per aiutare alcuni sfollati di Salgareda e Ponte di Piave, NOI CI SIAMO si occupa della raccolta di sostenere questa piccola ma importante iniziativa.

Le comunicazioni sui generi da donare agli sfollati vengono fatte attraverso il web. Intanto l’iniziativa sta raccogliendo un’unanime consenso; segno che la solidarietà non va in vacanza e che i veneti, quando c’è da aiutare il prossimo, sono sempre in prima fila, chiunque esso sia.

L’ ultimo progetto importante per il Centro a cui l’associazione ha partecipato, in collaborazione col gruppo "IO STO CON I BAMBINI" che ha unito sempre varie associazioni/gruppi/privati è stato la realizzazione de “ il Parco Giochi di Muccia”.

“In due anni, abbiamo contribuito a costruire 3 parchi giochi (Amatrice, località Collemagrone, Belmonte Piceno e Muccia); aiutato con la recinzione un azienda in provincia di Macerata; alcune realtà scolastiche di Belmonte Piceno e piccoli paesini nei dintorni di Amatrice con materiale didattico, pupazzi, ecc.) , l' allestimento di libri per una biblioteca a Camerino presso il Centro Alzheimer, questo in collaborazione anche di Libra 2.0; cerchiamo di aiutare anche il riavvio dell' economia locale con la vendita di prodotti loro attraverso la collaborazione con Doriana Boscariol.

E’ importante non lasciare sole queste popolazioni post sisma; spesso passata l' onda dell’entusiasmo iniziale dei primi mesi, dei tanti aiuti di beni di prima necessità vengono dimenticati, noi abbiamo rivolto il nostro contributo alla ricostruzione.... gli aiuti non possono e non devono durare in eterno, devono ripartire con le loro forze ma vista la dimenticanza di chi di dovere ci si è attivati col volontariato.

Ora abbiamo una sola famiglia che principalmente seguiamo lì, perché ce la siamo presa a cuore , ma anche con loro c'è un interscambio, Giuseppina è brava con le sue "manine d'oro" quindi con lo spazio che a lei è permesso (vive chiaramente in una scatola come la maggior parte di loro) noi procuriamo a lei filati, ritagli stoffe, ecc. con le quali lei produce berrettini e/o piccola oggettistica, che poi postiamo sulla pagina degli scambi solidali "lo regalo o lo scambio se vieni a prenderlo a Motta/Oderzo e dintorni" in cambio di cibo che poi consegniamo a lei ..... insomma nel nostro piccolo cerchiamo di donare sorrisi a chi è meno fortunato “ afferma la presidente Gabriella Buran.

“Mi preme tu faccia capire quanta voglia di solidarietà c'è , perché credimi ho il telefono in palla perché suona sempre in tanti chiamano per sapere come poter aiutare i nostri conterranei .... è bellissimo. E’ un valore enorme che potrà salvare la nostra società. 

Inoltre è stata offerta collaborazione da parte di uno studio di Geometri (presenti in tutta Italia) che gratuitamente faranno la raccolta dei censimenti danni per la richiesta di contributo. Lunedì i primi sopralluoghi e la trascrizione censimento danni di privati a Feltre e Longarone. Non solo privati ma anche attività produttive".

 



foto dell'autore

Alberta Bellussi
L'ambiente in cui viviamo non è di nostra proprietà Ci è stato"" prestato ""dai nostri padri affinché lo consegniamo migliorato ai nostri figli

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×