23/06/2017sereno con veli

24/06/2017sereno

25/06/2017possibile temporale

23 giugno 2017

Benessere

Vaccini: ancora al lavoro su 'nodo' età bimbi, testo su obbligo oggi in Cdm.

AdnKronos | commenti |

Roma, 19 mag. (AdnKronos Salute) - E' attesto oggi in Cdm il testo sull'obbligo delle vaccinazioni per andare a scuola, annunciato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Un testo su cui si è lavorato assiduamente in settimana, ma sul quale resta il 'nodo' dell'età dei bambini: a Lungotevere Ripa si punta alla fascia da 0 a 10 anni, includendo dunque la scuola primaria. Una posizione chiara, quella di Lorenzin, che vuole 'intercettare' tutti i bimbi, anche quelli che scelgono di rinunciare a nido e materna. Da parte sua il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli premerebbe per limitarsi alla fascia 0-6 anni, escludendo dunque la scuola dell'obbligo. E' in corso, a quanto si apprende, un ultimo incontro a Palazzo Chigi per chiarire questi aspetti, prima che il testo approdi in Cdm.

Le posizioni sono chiare e, almeno da parte del ministro Lorenzin, non ci sarebbe intenzione di "arretrare". A spingere verso l'obbligatorietà i dati sul calo della copertura vaccinale e anche i numeri dell'epidemia di morbillo in corso nel nostro Paese, arrivata a sfiorare i 2.400 casi dall'inizio dell'anno, con una risonanza a livello internazionale che preoccupa esperti e istituzioni. Dovrebbe trattarsi di un provvedimento snello, che estenderebbe il numero dei vaccini obbligatori da 4 a 12 (aggiungendo ad antipolio, difterite, tetano ed epatite B anche emofilo B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia, varicella, anti-meningococco C e B). Sfumato invece l'aggiornamento annuale della lista, cui si pensava in un primo momento. L'idea di una multa ai genitori dei bambini non vaccinati, avanzata dalla ministra Fedeli e che non convince Lorenzin, ieri è stata bocciata dai pediatri, dalle società scientifiche e dall'Accademia dei Lincei.

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×