22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

24/09/2017temporale e schiarite

22 settembre 2017

Treviso

Vaccini, sindaco Treviso: “Tutto procede al meglio” 

Tutti i bambini frequentanti i nidi comunali hanno presentato l'autocertificazione

commenti |

TREVISO - "In questi giorni, nonostante la confusione e i cambi di idee sull'applicazione delle novità introdotte dalla norma, Treviso le cose procedono al meglio": lo rileva il sindaco Giovanni Manildo, riguardo alla presentazione delle documentazioni o dell'autocertificazione per i vaccini per l'iscrizione scolastica.

 

"Ringrazio - sottolinea il sindaco - i presidi, le coordinatrici dei nidi e tutte le famiglie che con grande senso di responsabilità stanno affrontando le novità previste dal decreto".

 

"Come richiesto dal sindaco il Comune si è mosso per tempo e ancora prima dell'Ulss ha convocato tutti i soggetti chiamati a dare applicazione alla normativa: i presidi, i gestori delle scuole private e i dirigenti comunali per concordare una modalità unitaria di informazione alle famiglie - dichiara l'assessore alla scuola Anna Caterina Cabino -. Nei nidi in particolare dove il Comune di Treviso è direttamente responsabile della verifica della modulistica tutto procede senza intoppi. Tutti i bambini frequentanti i nidi comunali hanno presentato l'autocertificazione".

"Ricordiamo, a beneficio di tutte le famiglie - rileva l'assessore -, che proprio l'autocertificazione è il mezzo più veloce e sicuro per affrontare questa situazione. Sul fronte delle scuole materne sia statali che paritarie, ci siamo confrontati con i presidi e abbiamo avuto modo di constatare come le scuole si stiano muovendo in maniera efficiente e in linea con quanto previsto dalla norma e tutto procede per il meglio".

"Anche se in questo caso - sottolinea l'assessore - il Comune non è direttamente responsabile siamo a disposizione per aiutare le scuole e le famiglie ad affrontare queste novità. Qualora dovessero esserci dei casi dubbi, per esempio di un bambino che presenti una documentazione non conforme o completa, il caso verrà segnalato all'Ulss che procederà secondo le indicazioni del Ministero", chiude l'assessore.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×