22 settembre 2019

Nord-Est

Veneto: Zaia, a oggi nessun accordo firmato, a breve punto con Tosi e Salvini

commenti |

"Per le prossime regionali del Veneto nessuna alleanza è già chiusa nel centrodestra, nemmeno tra Lega Nord e Forza Italia: con Ncd, che è nella nostra maggioranza assieme a Fi e Lega, il tema riguarda i simboli più che le persone". Lo ha chiarito oggi il presidente del Veneto, Luca Zaia, che smentisce "di aver avuto incontri riservati con il segretario Matteo Salvini" e, sull'assenza del sindaco di Verona Flavio Tosi, puntualizza: è stato invitato, se non è venuto probabilmente avrà avuto un problema personale. Ma, assicura, con lui e Salvini è previsto un incontro nei prossimi giorni.

"A tutt'oggi il segretario non ha stretto degli accordi: da qui al voto ci sono mesi e prima di parlare di alleanze bisogna definire i programmi", ha spiegato Zaia, che ha voluto "ringraziare Forza Italia per la fiducia nel sottoscritto e nella squadra".

Il governatore è quindi tornato a difendere la sua maggioranza (che comprende anche Ncd), con cui "c'è totale sintonia e con cui in questi anni abbiamo amministrato bene", ha assicurato. "Quello che Salvini pone sul partito di Alfano - ha spiegato - è un tema non irrilevante, ma riguarda il simbolo, non le persone e questa e' una posizione condivisa con il segretario della Lega".

"Spero di trovare una sintesi fra questo dualismo", ha continuato Zaia, secondo cui in ogni caso da Salvini "non c'è nessuna imposizione. Chiede sempre il parere prima e non impone scelte", ha spiegato il presidente del Veneto.

"Bisogna fare chiarezza, ma tre mesi sono eternità per questi ragionamenti. Mi incontrerò con Tosi e Salvini tra una settimana, dieci giorni, anche se poi a me viene l'orticaria perché i veneti mi hanno messo qui per governare e risolvere i problemi, non per parlare di politica‎. quindi, 'pancia a terra e lavorare', al momento opportuno vedremo le formazioni", ha detto Zaia, chiudendo, per ora, alla possibilità di una corsa della Lega da sola in Veneto-

‎"A tutti piacerebbe governare da soli, ma nella vita bisogna vincere ma non stravincere. Il dibattito nazionale sarà determinante per capire cosa faremo", ha concluso.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

18/06/2015

Dalla Libera, addio al Comune

Il primo cittadino di Oderzo entra in Consiglio regionale. Probabile nuovo sindaco sarà l'attuale vice Bruno De Luca

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×