16 settembre 2019

Vittorio Veneto

"LA VICTORIA DELL'INCIUCIO"

Il PD contesta l'accordo tra Cervellin e il Comune per il pattinodromo

| commenti | (8) |

| commenti | (8) |

Vittorio Veneto – Lo skate park non va giù al Partito democratico vittoriese, che definisce l’accordo tra Cervellin e  Comune la Victoria dell’inciucio, che “si manifesta oggi senza veli e senza alcun pudore”.

“Dopo dieci anni di sotterfugi e di accordi tenuti nascosti – commentano i membri del PD -  l’impresario edile e l’ amministrazione Scottà scoprono le carte”.
Cervellin, secondo la nuova convenzione, da’ in comodato per 20 anni il terreno sul quale l’amministrazione Comunale costruirà l’impianto di pattinaggio.

“Così l’area sportiva verrà realizzata con i soldi dei cittadini mentre il privato potrà dedicarsi alla realizzazione dell’area commerciale – considera il Partito democratico - Poi anche l’impianto sportivo ritornerà di proprietà del privato”.

“ Lega dimostra ancora una volta di infischiarsene della legalità. L’articolo 9 della legge n° 28 del 22 febbraio 2000 vieta esplicitamente tali iniziative in periodo pre elettorale, ma tanto si sa che per la Lega la legge è una opzione da far applicare agli altri; loro sono al di sopra della legge” , è il giudizio finale dei membri vittoriesi del PD.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Ma perchè al posto di star qui a farne una questione SOLAMENTE politica non chiediamo ai vittoriesi un sincero parere?I giovani di vittorio hanno bisogno di un punto d'incontro?Cosa potrebbe portare la realizzazione di un progetto come il Victoria a Vittorio Veneto?Quali sarebbero i vantaggi?

segnala commento inopportuno

Che Oggitreviso ci risparmi la campagna elettorale fatta apposta per il PD almeno il giorno prima delle elezioni.

Patetici e faziosi!

segnala commento inopportuno

Foese tu non leggi i giornali, ma la stessa notizia oggi la trovi anche nella tribuna e nel gazzettino.
Chi è il patetico e fazioso?
Forse è quello che vorrebbe veder pubblicate solo le notizie che piacciono a lui.

segnala commento inopportuno

certo che i giovani han bisogno di un punto di ritrovo ma non puo' essere compreso in un terreno di 30x40 metri.

C'e' bisogno di ben altro come punto di ritrovo anche perche'
1) alla quasi totalita' non interessa andare in skateboard
2) nei giorni di pioggia e di inverno difficilmente si radunano in detta area per far qualcosa.

Dai non pigliamoci in giro, questo accordo sfiora il ridicolo: e' inutile per la citta' e forse fa contento qualche figlio di assessore con la fissa per lo skate.

Ai giovani intanto resta solo il bar dove sfondarsi di alcool.

Poi si lamentano se i giovani scappano da obitorio veneto.

segnala commento inopportuno

parlavo del Victoria in generale non dell'area skate!
potrebbe essere un punto di incontro sano per i giovani!!!!

segnala commento inopportuno

Rispondo al suo commento.
Ritengo che debba pensare prima di dire certe stupidate. A Vittorio Veneto può non esserci nessuno che fa lo skateboarding, ma se lei guarda solo nella sua provincia di trevigiani ricchi sfondati ci sono migliaia di ragazzi che praticano la disciplina a cui hanno distrutto due importanti (nonchè gli unici) skatepark in provincia di Treviso. Quindi si informi prima di dire cose di cui non ha competenza. Che in questo campo soffre anche tutta la provincia di venezia tutta quella di Verona e Belluno. Che dobbiamo fare chilometri e chilometri prima di giungere in uno skatepark e non con la nostra macchina perchè molti nonci vanno. Allora lo facciamo per le strade, ma ci multate e ci impedite quindi di farlo, ma può impedire qualcuno a qualcun'altro una passione?

segnala commento inopportuno

A chiunque abbia un cervello in testa, invece che un cervellin sulle spalle(per non dire altro), è tutto chiaro.
Che lo dica il PD o il comitato ambiente o chicchessia.
Quella che doveva essere una struttura pubblica si è trasformata in un centro commerciale privato, e alla fine provano addirittura a fare i "generosi" regalando al comune un pezzettino di terreno che sarà attrezzato a spese dei contribuenti e alla fine del comodato diventerà ugualmente loro!
Ma fino a che punto volete farvi prendere in giro?!
Date l'8xmille alla cerfim!

Massimo B

segnala commento inopportuno

il problema dei politici vittoriese pone la questione giovani sempre in un risicato spazio all'interno del programma elettorale... considetati minoranza in estinzione... perchè mai nessuno si è inventato un quartiere svago come hanno fatto altre città? tutti i locali vicini uno all'altro in una zona non abitata dove bere fuori sia libertà e dove si dimostri la civiltà dei giovani stessi che non usano muri ed alberi come vespasiani...non mi si dica che mancano gli spazi perchè di capannoni da recuperare ne abbiamo pieno il territorio... fino ad ora gli unici imput ai giovani viene dato dalle autoscuole...prendi la patente e scappa caro vittoriese che a te il comune penserà solo dopo "l'art.2"... e ti scaricherà all'ulss7...

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×