11 dicembre 2019

Oderzo Motta

Violenza alla bambina: condannato a sette anni

Giovane di Cessalto condannato in tribunale a Treviso. I fatti risalgono al periodo tra l’estate 2011 e la primavera del 2013

commenti |

commenti |

il tribunale di Treviso

CESSALTO – Condannato a sette anni di carcere per aver violentato, in più occasioni, una bambina residente nel sandonatese che all’epoca aveva dieci anni.

Davanti al giudice è comparso un ragazzo residente a Cessalto. In più occasioni avrebbe costretto a rapporti completi una ragazzina, approfittando dell’amicizia tra le due rispettive famiglie e del fatto che spesso la ragazzina, insieme ai fratelli, venisse ospitata nella sua abitazione.

Il tribunale di Treviso ieri mattina si è riunito in collegio (composto da Michele Vitale presidente, a latere Umberto Donà e Marco Biagetti) e ha accolto le richieste del pubblico ministero.

Per il ragazzo condanna a sette anni e 50.000 euro di risarcimento alla ragazzina più 20.000 euro ai genitori.

I fatti risalgono tra l’estate 2011 e la primavera del 2013: l’occasione è scattata quando le due famiglie hanno ospitato i rispettivi figli a casa in determinati periodi a seconda degli impegni e delle esigenze dei genitori. In uno dei periodo di permanenza nella casa di Cessalto sarebbero avvenute le violenze.

La segnalazione scattò dalla comunità a cui era stata affidata temporaneamente la ragazzina, nel 2014, dopo che era stata fatta decadere la patria potestà dei genitori.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×