17 gennaio 2020

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, bestemmie e graffiti con lo spray ai giardini pubblici

La denuncia del coordinamento di Forza Italia: "Amministrazione inadeguata"

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

vandali bestemmie giardini pubblici vittorio

VITTORIO VENETO - Una bestemmia scritta a lettere cubitali sulla panchina dei giardini pubblici in centro città, oltre ad altri graffiti sparsi qua e là tra il gazebo e i cestini. Proprio di fronte al municipio e a piazza del Popolo.

 

La denuncia, con tanto di foto (che qui pubblichiamo solo parzialmente per motivi di decoro), arriva da Matteo Poloni, del coordinamento di Forza Italia di Vittorio Veneto.

 

“L'imbrattatura di questo spazio con graffiti e blasfemie è, di fatto, un inaccettabile atto di vandalismo che macchia l'immagine della città e che porta a ritenere inadeguata l’odierna amministrazione” commenta il forzista. La memoria è andata subito al commerciante che il mese scorso si era prodigato, di propria spontanea volontà, per cancellare le bestemmie scritte con la spray in piazza Medaglie d’Oro.

 

Non è infatti il primo episodio di vandalismo blasfemo che si verifica in città, proprio nella sua zona centrale. “Viene da porre la seguente domanda al sindaco Tonon: “Come pensa di poter creare nuove aree pedonali/verdi come quella dietro il Comune, scelta che è già di per sé priva di ogni logicità e che va soltanto a danno delle attività commerciali, delle tasche dei cittadini e della mobilità del centro, se non è neppure in grado di garantire gli ornamenti cittadini preesistenti?” chiede Poloni.

 

Forza Italia sollecita quindi l’amministrazione “ad un tempestivo intervento di ripristino del decoro dei giardini e a prestarvi una maggiore attenzione di vigilanza”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×