12 novembre 2019

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, Ceneda presa d'assalto dai ladri durante i festeggiamenti per San Tiziano

Diversi gli episodi verificatesi lo scorso weekend

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Ceneda presa d'assalto dai ladri durante i festeggiamenti per San Tiziano

VITTORIO VENETO - Una raffica di furti ha letteralmente investito Vittorio Veneto e in particolare la frazione di Ceneda nel weekend tra il 12 ed il 14 gennaio. Un’impennata proprio in concomitanza con i festeggiamenti del patrono, San Tiziano, e che ha fatto registrare ben cinque colpi in pochi giorni. Nella frazione cenedese sono stati tre i furti messi a segno: tra sabato e domenica ignoti sono penetrati all’interno dell’asilo nido comunale, in via Perini, approfittando del cantiere installato per la realizzazione di alcuni lavori di manutenzione.

 

Nessun segno di effrazione sugli infissi della struttura: i malviventi hanno portato via denaro in contante dagli uffici, hanno scassinato la macchinetta del caffè e hanno rotto il lucchetto dell’armadietto di un’insegnante. Da qui hanno sottratto una macchina fotografica. Di 150 euro invece il resto della refurtiva in contanti. I ladri hanno colpito, nella notte tra domenica e lunedì, anche all’osteria “Da Rico, sempre a Ceneda.

 

Ignoti hanno trafugato una 70ina di euro dal fondo cassa. I ladri hanno sfondato la finestra che dà proprio sulla strada di via Cosmo. Sono poi usciti dal retro con la refurtiva. Nello stesso weekend è stato preso di mira anche un altro asilo, il “Rodari” di via Berlese. In questo caso però non è possibile stabilire una data certa del furto, in quanto la struttura era rimasta chiusa dal venerdì al martedì per il lungo ponte di San Tiziano.

 

Qui i ladri hanno forzato la porta d’ingresso, prelevando un computer portatile. Ma il colpo grosso è stato messo a segno poco distante, in via dei Furlani, dove sabato 13 gennaio i proprietari di un’abitazione se la sono ritrovata completamente svaligiata. Sono usciti solo per 45 minuti, ma al loro ritorno hanno trovato ad attenderli la bruttissima sorpresa: i malviventi hanno rubato soldi in contanti e soprattutto gioielli.

 

Un bottino pesante, del valore di 10mila euro. Sempre nella giornata di sabato, tra Costa e Meschio in via Massimo D’Azeglio, l’ennesimo furto: i ladri si sono dileguati rubando collane, braccialetti e spille.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×